Messico

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Messico

Coat of arms of Mexico.svg
Dati amministrativi
Capitale Città del Messico
'
'
Forma di governo Repubblica presidenziale federale
Dati geografici
Superficie 1.972.550 km²
Continente America
Altri dati
Lingue ufficiali spagnolo
Popolazione 117.409.830 (2013)
Valuta Peso Messicano
Fuso orario UTC-6 - UTC-9


Il Messico (nome ufficiale: Estados Unidos Mexicanos in lingua spagnola; Stati Uniti Messicani) è una democrazia rappresentativa composta da 31 Stati federali e un Distretto Federale che occupa la parte meridionale dell'America Settentrionale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il passato del Messico mostra una grande diversità di civiltà. Come il resto d'America, i primi abitanti del paese furono probabilmente dei cacciatori asiatici che attraversarono lo Stretto di Bering al momento delle grandi glaciazioni. Il territorio messicano fu abitato da cacciatori e raccoglitori a partire da circa 11.000 anni fa.

Epoca Precolombina[modifica | modifica wikitesto]

El Castillo nella città di Chichén Itzá (città maya)

Teotihuacan fu la più grande città-stato pre-colombiana e dominò la civiltà che porta lo stesso nome. Costituisce uno dei siti archeologici più visitati del Messico. Fece sentire la propria influenza dal Nuovo Messico alla Costa Rica. Nell'VIII secolo Teotihuacan cominciò a decadere e nella regione sorsero diversi Stati ostili fra loro. Nel X secolo questi Stati avevano esaurito le proprie forze, proprio mentre dal deserto del nord giungevano le prime tribù chichimeche. Nel frattempo, nel nord-est i popoli Oasisamericani crearono una civiltà propria, le cui vestigia più importanti in territorio messicano sono localizzate a Paquimé.

La Conquista Spagnola[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1517 gli spagnoli con Francisco Hernández de Córdoba raggiunsero la costa della penisola dello Yucatán provenienti da Cuba. Diego Velázquez de Cuéllar inviò 4 navi comandate dal nipote Juan de Grijalva nel 1518. Una terza spedizione del 1519, guidata da Hernán Cortés, prese terra a Cozumel. Gli spagnoli inizialmente vennero accolti pacificamente dall'imperatore azteco Montezuma, poiché in base a segni premonitori e ad antiche leggende gli uomini di Cortes vennero scambiati per emissari di Quetzalcoatl, una delle principali divinità azteche.

Cuitláhuac e Cuauhtémoc furono gli ultimi leader dell'Impero azteco. Il primo venne sconfitto dagli invasori il 30 giugno 1520, e morì poco dopo durante l'epidemia di vaiolo. Cuauhtémoc, abbandonato dalla maggior parte dei suoi alleati, venne catturato e ucciso dagli spagnoli nel 1521.

Nuova Spagna[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la caduta di Tenochtitlán, Hernán Cortés s'impossessò del governo del paese proclamandosi comandante generale e cominciando la conquista di un vasto impero coloniale conosciuto con il nome di Nuova Spagna. Il territorio, oltre al Messico arrivò a coprire gran parte del sud degli odierni Stati Uniti, (tra cui California, Arizona, Nuovo Messico e Texas). Vennero fondate alcune delle principali città messicane, come Città del Messico (sulle rovine di Tenochtitlán), Guadalajara, Puebla e Monterrey, Querétaro.

Dal 1535 l'amministrazione della Nuova Spagna venne affidata a un viceré. Il primo fu Antonio de Mendoza nominato da Carlo V.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Political divisions of Mexico-es.svg

Messico confina a nord con gli Stati Uniti, sud-est con il Belize e il Guatemala a ovest con l'Oceano Pacifico e ad est dal Golfo del Messico e Mar dei Caraibi. È il quattordicesimo più grande paese del mondo e il terzo più grande in America Latina dopo il Brasile e l'Argentina, con una superficie di 1.964.375 km2.

Il Messico presenta regioni naturali molto varie sia per il rilievo, sia per il clima. Per i due terzi esso è costituito da alte terre, altipiani e rilievi montuosi. Il più vasto complesso naturale settentrionali, prolungamento delle altre terre occidentali degli Stati Uniti, elevatisi fino a oltre 1000 m d'altezza.

Essi sono limitati a ovest e a est da due alte catene montuose: la Sierra Madre Occidentale e la Sierra Madre Orientale. Gli altipiani sono solcati da profonde gole, che li dividono in diverse parti. Questa regione settentrionale del Messico ha un clima relativamente arido, soprattutto nella zona nord-occidentale (penisola della Bassa California). Sulla costa orientale, molto più umida di quella del Pacifico e degli altipiani interni, cadono oltre 700 mm all'anno di pioggia.

La vegetazione, subdesertica nelle zone più aride, nelle zone meno secche è costituita da savane e foreste rade. La regione degli altipiani centrali (Mesa Central) è una regione vulcanica che corrisponde alla zona di convergenza delle due Sierre; essa è caratterizzata da molteplici fratture aventi direzione E-O e da una struttura tettonica complessa. è la regione dei terremoti e dei vulcani attivi, dei quali più importanti sono il Popocatépetl (5454 m), e l'Orizaba (5700 m).

La vegetazione, subdesertica nelle zone più aride, nelle zone meno secche è costituita da savane e foreste rade. La regione degli altipiani centrali (Mesa Central) è una regione vulcanica che corrisponde alla zona di convergenza delle due Sierre; essa è caratterizzata da molteplici fratture aventi direzione E-O e da una struttura tettonica complessa. è la regione dei terremoti e dei vulcani attivi, dei quali più importanti sono il Popocatépetl (5454 m), e l'Orizaba (5700 m).

Questi imponenti rilievi dominano alti bacini che si estendono da ovest a est, da quello di Guadalajara a quello di Puebla, e il più importante dei quali è l'Anáhuac, il bacino di Città del Messico, situato a oltre 2000 m d'altezza. Qui il clima è molto più arido che sugli altipiani settentrionali. Tuttavia l'altitudine permette di distinguere varie zone climatiche, dal caldo umido delle zone basse, alle navi e ai ghiacci delle cime più alte. La varietà dei clima permette molte colture: da quelle tropicali (banane, canna da zucchero, cacao) a quelle delle medie latitudini (frumento, patate, alberi da frutto delle regioni temperate).

Popolazione[modifica | modifica wikitesto]

  • maschile singolare: messicano
  • femminile singolare: messicana
  • maschile plurale: messicani
  • femminile plurale: messicane

Etnie[modifica | modifica wikitesto]

La maggioranza della popolazione messicana è meticcia, che costituiscono il 60%, seguiti dai gruppi indigeni 30%, il bianchi di origine europea 9%, i neri, gli arabi e gli immigrati il 1% della popolazione.

Lingua[modifica | modifica wikitesto]

La lingua ufficiale è lo spagnolo (parlato dall'87% del totale), ci sono anche un numero significativo di parlanti di inglese, francese, tedesco, italiano, tra cui il russo. Ci sono più di 70 lingue indiane nel paese, maggiore è il nahuatl.

Religione[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento INEGI nel 2010, 82,7% è considerato cattolico, protestante 9,7%, atei o senza religione 4,6% e il 2,5% professano un'altra religione.

Altre informazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il Messico è uno dei paesi più popolosi del mondo (oltre 115 milioni di persone).

In Messico ci sono quasi un milione di immigrati, dove mezzo milione sono dagli Stati Uniti e dall'America Latina, 130.000 dall'Europa, 50.000 dall'Asia e nel Medio Oriente, 10.000 dall'Africa e dall'Oceania nel 2000.

Ordinamento dello stato[modifica | modifica wikitesto]

Il Messico è una repubblica federale, il modello politico istituzionale dello stato messicano è simile agli Stati Uniti d'America.

Suddivisione amministrativa dello stato[modifica | modifica wikitesto]

Stemma Stato federato Mappa
Coat of arms of Mexican Federal District.svg Distretto Federale della Città del Messico Mexico (city) in Mexico (special marker).svg
Coat of arms of Aguascalientes.svg Aguascalientes Aguascalientes in Mexico.svg
Coat of arms of Baja California.svg Bassa California Baja California in Mexico.svg
Coat of arms of Baja California Sur.svg Bassa California del Sud Baja California Sur in Mexico.svg
Coat of arms of Campeche.svg Campeche Campeche in Mexico.svg
Coat of arms of Chiapas.svg Chiapas Chiapas in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of Chihuahua.svg Chihuahua Chihuahua in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of Coahuila.svg Coahuila Coahuila in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of Colima.svg Colima Colima in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of Durango.svg Durango Durango in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of Guanajuato.svg Guanajuato Guanajuato in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of Guerrero.svg Guerrero Guerrero in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of Hidalgo.svg Hidalgo Hidalgo in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of Jalisco.svg Jalisco Jalisco in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of Mexico State.svg Messico Mexico (state) in Mexico.svg
Coat of arms of Michoacan.svg Michoacán Michoacan in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of Morelos.svg Morelos Morelos in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of Nayarit.svg Nayarit Nayarit in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of Nuevo Leon.svg Nuevo León Nuevo Leon in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of Oaxaca.svg Oaxaca Oaxaca in Mexico.svg
Coat of arms of Puebla.svg Puebla Puebla in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of Queretaro.svg Querétaro Queretaro in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of Quintana Roo.svg Quintana Roo Quintana Roo in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of San Luis Potosi.svg San Luis Potosí San Luis Potosi in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of Sinaloa.svg Sinaloa Sinaloa in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of Sonora.svg Sonora Sonora in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of Tabasco.svg Tabasco Tabasco in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of Tamaulipas.svg Tamaulipas Tamaulipas in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of Tlaxcala.svg Tlaxcala Tlaxcala in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of Veracruz.svg Veracruz Veracruz in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of Yucatan.svg Yucatán Yucatan in Mexico (location map scheme).svg
Coat of arms of Zacatecas.svg Zacatecas Zacatecas in Mexico (location map scheme).svg

Bandiera[modifica | modifica wikitesto]

La bandiera messicana

La bandiera del Messico è identica all'Italia, solo che la differenza è lo stemma dello Stato nordamericano: un'aquila che affera un serpente ed è appoggiata su un cactus. Anche delle dimensioni sono diverse, la misura è di 4:7; mentre quella italiana è di 2:3.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Il Messico è la terza più grande economia dell'America Latina, dopo il Brasile ed il Cile.

Dopo la crisi economica del 1994, il Messico ha intrapreso una notevole fase di recupero, modernizzando e diversificando la propria economia. Le recenti amministrazioni hanno anche permesso un miglioramento delle infrastrutture e l'apertura alla concorrenza in settori come quello portuale, ferroviario, delle telecomunicazioni, dell'energia elettrica, della distribuzione di gas naturale e degli aeroporti. La più grande fonte di reddito messicano è il petrolio. Secondo la Goldman Sachs, nel 2050 le cinque più grandi economie del pianeta saranno quella di Cina, Stati Uniti, India, Brasile e Messico.

Secondo i dati del Fondo Monetario Internazionale, il Messico nel 2012 possedeva il secondo reddito pro capite più elevato fra i paesi dell'America Latina in termini nominali a 10 059 $, e il più alto in termini di parità di potere d'acquisto, a 15 363 $.

L'agricoltura costituisce ancora l'occupazione di parte preminente della popolazione, che in grandi regioni la esercita ancora secondo modalità primitive, come nella valle di Tehuacàn, per gli archeologi la patria del mais, coltivato in centinaia di ecotipi primitivi da campesinos che arano i campi con un unico strumento della tecnologia occidentale, l'aratro di legno portato dagli uomini di Cortéz In regioni diverse, verso gli Stati Uniti, l'agricoltura è alquanto evoluta, le varietà impiegate sono moderne, si usano fertilizzanti e antiparassitari, ma la spietata concorrenza imposta dal sistema del libero scambio voluto dagli Stati Uniti non consente ai piccoli proprietari, che hanno famiglie numerosissime, di accumulare il capitale necessario per nuove attrezzature.

Ambiente[modifica | modifica wikitesto]

In Messico le riserve della biosfera riconosciute dall'Unesco sono 40[1].

In Messico 170 000 km² sono considerati "Aree Naturali Protette". Sono inclusi 34 riserve della biosfera (ecosistemi inalterati), 64 parchi nazionali, 4 monumenti naturali, 26 aree per proteggere la flora e la fauna, 4 zone di protezione naturale e 17 santuari (zone con una ricca diversità delle specie).

Arte[modifica | modifica wikitesto]

Nel campo artistico il Messico ha avuto pittori ma anche muralisti. Pittori celebri furono Diego Rivera e sua moglie Frida Kahlo entrambi esponenti del Surrealismo. Un altro famoso pittore messicano fu Raúl Anguiano. Invece famosi muralisti messicani furono David Alfaro Siqueiros e Dr. Atl. Un altro pittore che allo stesso tempo fu anche scultore è Francisco Eppens Helguera, ricordato come l'ideatore della bandiera del Messico. Nel campo dell'architettura abbiamo Teodoro González de León, autore dell'Auditorio Nacional, mentre nel campo della poesia c'è Carmen Mondragón che allo stesso tempo fu anche un'affermata modella: il suo nome è rimasto legato alle famose foto di nudo, estremamente audaci per l'epoca, scattate dal fotografo Edward Weston. Sempre nel campo della pittura abbiamo Rufino Tamayo che era anche un bravissimo incisore musicale.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Lo sport più popolare in Messico è il calcio, seguito dal basket e dal baseball, anch'esso uno degli sport più diffusi in Messico. La Primera División de México è la massima serie del campionato di calcio messicano e la nazionale di calcio ha partecipato ben 14 volte al campionato mondiale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]