Abruzzo

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Abruzzo

Regione-Abruzzo-Stemma.svg

Stemma della regione Abruzzo

Flag of Abruzzo.svg

Bandiera della regione Abruzzo
Localizzazione
Stato Flag of Italy.svg Italia
Amministrazione
Capoluogo L'Aquila
Presidente Marco Marsilio (FdI-centrodestra)
Territorio
Superficie 10 831,84 km2
Abitanti 1 317 239 abitanti
Province L'Aquila, Pescara, Teramo, Chieti
Comuni 305
Regioni confinanti Marche, Lazio, Molise
Altre informazioni
Patrono San Gabriele dell'Addolorata
Rappresentanza parlamentare 14 deputati, 7 senatori
Nome degli abitanti abruzzese

Abruzzo in Italy.svg

Localizzazione della regione Abruzzo in Italia

Map of region of Abruzzo, Italy, with provinces-it.svg

Mappa delle province

L'Abruzzo (nome ufficiale:Abruzzi[1]) è una regione italiana. Il suo capoluogo è L'Aquila.

Il presidente della regione è Marco Marsilio dal 23 febbraio 2019.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Confini[modifica | modifica wikitesto]

L'Abruzzo confina a nord con le Marche, a ovest con il Lazio, a sud con il Molise e ad est è bagnato dal Mare Adriatico.

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

Lungo la costa non ci sono pianure, ma colline. Nella parte più interna della regione ci sono gli Appenini. Nell'entroterra aquilano, a ovest, c'è la montagna più alta e impervia che raggiunge i 2.912 m con il Gran Sasso (Corno Grande), e nell'entroterra a sud di Chieti vi è la Maiella, con i suoi 2.795 m. Dall'Appenninio abruzzese scendono al mare alcuni fiumi i principali sono: Il Pescara (con suo affluente Aterno) ed il Sangro.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Lungo la costa e nella fascia collinare il clima è di tipo mediterraneo, con temperature miti e precipitazioni ridotte. All'interno, sulle montagne, il clima è di tipo alpino e c'è una bassa temperatura sui massicci più elevati, con precipitazioni molto alte, soprattutto sotto forma di neve.

Flora e fauna[modifica | modifica wikitesto]

Flora[modifica | modifica wikitesto]

Le piante più comuni sul litorale e sulla fascia collinare abruzzese sono quelle tipiche della macchia mediterranea come pino, quercia, leccio, pioppo, salice, ginestra, mirto, ginepro, biancospino...

Salendo verso le montagne troviamo conifere, pini nero, abeti, pini mughi.

Oltre il limite dei boschi a causa del clima, ci sono vaste praterie, ghiaioni caratterizzati dalla dominazione di piante erbacee.

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

Tra i mammiferi troviamo: l'orso bruno marsicano, il camoscio, il cervo, il capriolo, il cinghiale, l'istrice, il tasso, il lupo, la puzzola, il gatto selvatico, la lince e il vespertilio.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

La regione abruzzese ha un Parlamento chiamato Consiglio regionale dell'Abruzzo.

L'attuale Presidente della Giunta è Marco Marsilio, in carica dal 23 febbraio 2019.

Presidenti della Giunta regionale[modifica | modifica wikitesto]

Quill-Nuvola.svg Questa sezione è vuota, modificala


Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'economia in Abruzzo è molto varia:

  • Settore primario
    • agricoltura: nelle zone collinari e pianeggianti si coltivano fichi, carote, patate, uva. Altri prodotti molto importanti sono barbabietola, orzo, grano, farro, tabacco;
    • pesca;
    • allevamento: ancora oggi la regione ha un buon patrimonio di ovini, ma si sta diffondendo anche l'allevamento dei bovini.
  • Settore secondario
    • industrie: c'è un'alta produzione di pasta (precisamente nel comune di Fara San Martino), prodotti a base di carne, produzione di carne di volatili, cacao, cioccolato, mangimi per animali...;
    • artigianato: in Abruzzo c'è la lavorazione di ceramica e di metalli.
  • Settore terziario
    • turismo: in Abruzzo si possono visitare molti monumenti, borghi, città d'arte, castelli, abbazie, eremi e santuari;
    • servizi vari.

Piatti tipici[modifica | modifica wikitesto]

1leftarrow blue.svg Voce principale: Piatti tipici d'Abruzzo.


Alcuni dei piatti tipici d'Abruzzo sono: gnocchetti, scrippelle, spaghetti aglio olio peperoncino, coda di rospo al rosmarino, ghiotta...

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Capo Horn, Gabriella Porino, Lattes, 2011, ISBN 978-88-8042-542-7
  • Il mestiere del geografo, Riccardo Neri, La Nuova Italia, 2004, ISBN 88-221-5387-1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. Articolo 131 della Costituzione