Repubblica Democratica Tedesca

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
(Reindirizzamento da Germania Est)
Repubblica Democratica Tedesca

Coat of arms of East Germany.svg
Dati amministrativi
Capitale Berlino est
'
'
Forma di governo Stato socialista
Dati geografici
Superficie 108 179[1]
Continente Europa
Altri dati
Lingue ufficiali tedesco
Popolazione 16 675 000[2]
Valuta Marco
Fuso orario UTC+1


La Repubblica Democratica Tedesca (in sigla RDT[3]), comunemente indicata come Germania Est, abbreviata in DDR[4], in tedesco Deutsche Demokratische Republik[5], fu uno Stato esistito dal 1949 al 1990 nella zona di occupazione della Germania assegnata all'Unione Sovietica dopo la seconda guerra mondiale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Germania dell'est venne istituita nel settore sovietico di Berlino il 7 ottobre 1949[6], in risposta alla proclamazione della Germania Ovest da parte del blocco occidentale[7]. La capitale venne in seguito divisa dal Muro di Berlino. A seguito della caduta del Muro e dalle successive elezioni libere, venne riunificata alla Germania Ovest nel 1990 formando l'attuale Germania.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Mappa della Germania Est

Confinava ad est con la Polonia, a sud con la Cecoslovacchia e ad ovest con la Repubblica Federale di Germania. A nord era bagnata dal mar Baltico. La città di Berlino era divisa in due parti, di conseguenza il settore occidentale della città era un'enclave della Germania Ovest all'interno della Germania Est.

Ordinamento dello stato[modifica | modifica wikitesto]

La Germania Est era uno stato di tipo socialista, dove il partito dominante era il Sozialistische Einheitspartei Deutschlands, in italiano Partito di Unità Socialista di Germania. il Capo di Stato era il Presidente della Repubblica Democratica Tedesca, mentre l'organo deliberativo era chiamato Camera del Popolo.

Bandiera[modifica | modifica wikitesto]

Flag of East Germany.svg

La bandiera della Repubblica Democratica Tedesca era composta da tre bande orizzontali di colore nero, rosso e giallo, con lo stemma della Nazione socialista al centro.

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma era ispirato al modello sovietico, in cui ci sono dei simboli comunisti: il martello che era il simbolo dei lavoratori operai, il compasso era il simbolo dei lavori intellettuali e i due gruppi di spighe erano il simbolo dei contadini. Mentre sullo sfondo il colore era rosso che fa appunto riferimento all'Unione Sovietica. Nelle spighe dei grani sono legati delle strisce della bandiera che è simbolo del popolo tedesco.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

I giocatori che giocarono per l'ultima partita calcistica del 1990, in Belgio, a Bruxelles vincendo per 2-0.

Esisteva una squadra nazionale di calcio, la Nazionale di calcio della Germania Est, che rimase in vita fino al 1990. Ha partecipato a varie edizioni del campionato europeo di calcio senza essersi mai qualificata. Nei mondiali di calcio, l'unica edizione a cui partecipò fu quella del 1974, dove giocarono contro la nazionale di calcio della Germania Ovest e vinsero al secondo turno. L'ultima partita di calcio a cui parteciparono fu quella dell'amichevole contro il Belgio. Il calciatore che ha giocato più a lungo fu Joachim Streich, dal 1969 al 1984, con 98 presenze e 53 reti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]