Religione

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Questo articolo è una bozza sull'argomento "religione", modificalo


Religione: è l'organizzazione dell'insieme dei rapporti specifici tra l'uomo e Dio. Deriva dal latino re-ligare (=legare bene). Indica quindi l'insieme dei rapporti necessari per mettere in collegamento due mondi diversi

Davanti alla religione tre sono e posizioni che possono essere assunte

Agnosticismo: è l'atteggiamento di chi non si pone domande sull'esistenza di Dio, perché ritiene che oltrepassino i limiti della conoscenza umana e quindi non sa se la divinità esista oppure no. Deriva dal greco αγνοστός, agnostos (non conoscibile). è la posizione di chi non afferma e non nega l'esistenza di Dio.

Ateismo: è l'atteggiamento di chi non crede in Dio. Deriva dal greco αθεός, atheos, (senza Dio)

Religiosità: chi crede nell'esistenza di potenze supreme, di divinità e di un mondo separato a essa appartenente. L'uomo religioso riconosce perciò la presenza del sacro; questa parola deriva dal latino sacer (separato da); è ciò che non può essere toccato e che è inviolabile, in quanto appartiene alla divinità. Nelle religioni è il valore che viene attribuito a tutto ciò che manifesta e ha in sé una presenza superiore, spirituale e divina.

Una categoria indispensabile alla comprensione di quasi tutte le religioni è quella di trascendente: ciò che è al di fuori del mondo naturale e non può essere percepito attraverso i sensi.

All'interno delle religioni più diffuse al mondo svolge un ruolo particolare la figura del profeta: solitamente si pensa a qualcuno che indovina il futuro, come se questi fosse un mago. Il termine profeta etimologicamente può significare "ciò che accadrà in futuro", "mettere davanti cose nascoste", ma anche "parlare al posto di/per/a favore di". Questo terzo significato è quello che più si addice ai profeti della Bibbia, i quali parlano davanti al popolo a nome di Dio per suo comando.

Una possibile classificazione delle religioni presenta le seguenti categorie

Monoteismo: quando si crede in un unico Dio (dal greco μονός, monos, "solo, unico" e θεός, theos, "Dio")

Politeismo: quando si crede in più dei (dal greco πολύς, polùs, molto, e θεός, theòs, dio)

Monolatria: deriva dal greco μόνος, (mònos, solo) e λατρέια (latréia, adorazione): si crede all'esistenza di più dei, ma se ne venera uno solo.

Religione naturale: quando l'uomo riconosce l'esistenza di qualcosa o di qualcuno a lui superiore e pensa di incontrarlo nelle forze della natura.

Religione rivelata: deriva dal latino re-velare (togliere e rimettere il velo); afferma che Dio si è rivelato all'uomo; le tre religione rivelate più diffuse al mondo sono Ebraismo, Cristianesimo e Islam

Storia della religione[modifica | modifica wikitesto]

Quill-Nuvola.svg Questa sezione è vuota, modificala


Religioni molto diffuse[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]