Marco van Basten

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
(Reindirizzamento da Marco Van Basten)


Marco van Basten

Marco van Basten (2).jpg

Nome
Cognome
Sesso
Luogo di nascita
Data di nascita
Attività
Marco
van Basten
M
Utrecht
31 ottobre 1964
allenatore, ex calciatore



Marcel van Basten, detto Marco, è un allenatore ed ex calciatore di ruolo attaccante, per tre volte vincitore del Pallone d'oro (1988-1989-1992) e campione d'Europa con la Nazionale olandese nel 1988.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Mosse i primi passi all'Ajax dove ha giocato per sei anni dal 1981 al 1987 collezionando 133 presenze e 128 gol. Van Basten esordì in prima squadra il 3 aprile 1982 al posto di uno dei calciatori più grandi di sempre: Johan Cruijff. Ebbe la sua prima convocazione nella nazionale maggiore dei Paesi Bassi nel 1983, a soli 19 anni, contro l'Italia dove segnò 3 gol. Il 1986 segna però l'inizio dei suoi molteplici infortuni, resta fermo per 3 mesi e si fa operare in Svizzera.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Marco Van Basten passa al AC Milan nel 1987; la società rossonera lo compra per 1 miliardo e 75 milioni di lire. L'esordio arriva nuovamente con un gol per Il cigno di Utrecht (così soprannominato per la sua eleganza nel gioco e le sue origini) contro il Bari calcio in Coppa Italia. Parte bene la sua avventura nel Milan ma la caviglia inizia a dargli problemi dopo il match di Coppa UEFA contro l'Espanyol. Si opera nuovamente e resta inattivo per 6 mesi.

Marco van Basten con la Nazionale maggiore olandese ha disputato 58 partite segnando 24 gol. Ha debuttato in una partita di qualificazione all'Europeo 1984 il 7 settembre 1983. È riuscito a segnare 5 gol in una sola partita con la maglia della Nazionale, nella partita di qualificazione agli Europei 1992 Malta-Olanda 0-8.

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

L'AC Milan nel 1988 torna in UEFA Champions League dopo 9 anni; in quella stagione Marco Van Basten metterà a segno ben 32 gol di cui 19 in Serie A, 9 in Coppa Campioni, 3 in Coppa Italia e 1 in Supercoppa Italiana con cui conquisterà l'ambito Pallone d'oro 1989. vincerà altri due palloni d'oro, quello del 1990 e quello del 1992, dove segnerà rispettivamente 19 e 25 gol in Serie A.

L'operazione fatale[modifica | modifica wikitesto]

Dopo altri infortuni avuti alla stessa caviglia nel corso degli anni, nel 1995 annuncia il suo ritiro dal calcio, a soli 30 anni. La Gazzetta dello Sport commenta la notizia titolando Dove troveremo un altro come lui?, mentre l'amministratore delegato del Milan Adriano Galliani commenta così: Il calcio perde il suo Leonardo da Vinci.