Intestino

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Struttura dell'intestino umano

L'intestino è la parte finale dell'apparato digerente. È lungo più di 7 m e si presenta come un lungo tubo ripiegato su sé stesso, occupante i due terzi inferiori dell'addome. L'intestino si divide in due parti: l'intestino tenue, la prima parte, lungo 5 m, suddiviso a sua volta in duodeno, in digiuno e in ileo, e l'intestino crasso costituito dal cieco, dal colon e dal retto. Nell'intestino crasso, che riceve dal pancreas il succo pancreatico e dalla coleciste il fiele, dei succhi digestivi, s'ha l'assorbimento da parte dei villi dei nutrienti (proteine, carboidrati, grassi e alcune vitamine). Qui il chimo proveniente dallo stomaco si trasforma in chilo, un liquido lattiginoso i cui nutrienti vengono assorbiti dai suddetti villi. Nell'intestino tenue, all'opposto, vengono assorbiti l'acqua e i sali. Al termine della digestione, dal retto vengono espulse le feci (escrezione).
L'intestino crasso circonda i lati superiore e laterali della parte inferiore della cavità addominale. All'interno di questo "quadrato" si trova l'intestino tenue. Nei due intestini è presente del gas, che viene espulso dall' retto come gas intestinale. Questa miscela di gas è formata da azoto, proveniente dal sangue, e da diossido di carbonio, metano, idrogeno e ossigeno, prodotti dalla flora intestinale.