Movimento

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni


bussola DisambiguazioneSe cercavi altri significati del termine, oppure cercavi un'altra persona, vedi la pagina Moto
Video di un esempio di oggetto in movimento. In questo caso il moto tra un urto e il successivo è di tipo rettilineo.

Il movimento (o moto o spostamento) è la modifica della posizione di un oggetto. Si dice corpo in moto quando un corpo è in movimento, e con il trascorrere del tempo cambiano le sue distanze da qualsiasi oggetto. Esempio una persona, un animale, un treno si nota che la loro posizione varia nel tempo rispetto a qualche oggetto fisso sulla Terra.

Come si descrive[modifica | modifica wikitesto]

Per descrivere il moto di un corpo la prima valutazione che si deve fare è relativa al punto di osservazione.Per descrivere un moto è importante conoscere il punto di vista (che consente di stabilire rispetto a che cosa il corpo si muove) preso in considerazione,questo punto di vista è detto sitema di riferimento.Per sapere come un corpo si muove è indispensabile conoscerne la traiettoria cioè la linea ottenuta congiungendotutti i punti toccati dal corpo essa può essere circolare (quando forma un cerchio), rettilinea (quando forma una linea retta)o irregolare (quando non ha una forma precisa).Per poter dire dove un corpo si trova occorrer anche conoscere lo spazio percorso e il mtempo impiegato

Esempi[modifica | modifica wikitesto]

Punto di osservazione: Il passeggero del treno appare in uno stato di quiete se si prende come sistema di riferimento il treno su cui è seduto o un altro passeggero.Lo stesso passeggero appare in movimento se usiamo la stazione ferroviaria o un viaggiatore seduto sulla banchina come sistema di riferimento. La traiettoria:

  • [[1]] le seggioline della ruota panoramica hanno una traiettoria circolare;
  • [[2]] lo sciatore ha una traiettoria irregolare;
  • [[3]] in questo tratto il treno percorre una traiettoria rettilinea.

Tipi di moto[modifica | modifica wikitesto]

A seconda della traiettoria seguita dall'oggetto durante il suo movimento, si parla di:

  • moto rettilineo se l'oggetto si muove senza cambiare direzione (cioè lungo una retta)
  • moto circolare se l'oggetto si muove seguendo una traiettoria circolare
  • moto parabolico se l'oggetto si muove seguendo una traiettoria parabolica.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Scienze Focus - Fisica e chimica, Luigi Leopardi - Francesca Bolognani - Chiara Cateni - Massimo Temporelli, DeA Scuola - Garzanti, 2014, Novara.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

https://it.wikipedia.org/wiki/Moto_(fisica)