Gravidanza

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni

Il termine Gravidanza o gestazione indica il periodo che dura circa 9 mesi in cui l'ovulo fecondato si annida nell'utero (precisamente nell'endometrio, la mucosa interna dell'utero). Quando questo avviene,l'ovaia blocca la produzione degli ormoni responsabili di quelle perdite periodiche di sangue, le mestruazioni. Questo primo passaggio terminerà poi con il parto. Per parto si intende l'espulsione del feto dal corpo della donna con l'aiuto del medico o naturale. Durante questi nove mesi avvengono grandi cambiamenti nel corpo della madre, che deve adattarsi alla crescita del bambino e deve fornirgli il nutrimento e l'ossigeno.

Fase embrionale[modifica | modifica wikitesto]

Wikisaurus.svg Per approfondire vedi la pagina: Fase embrionale.

La fase embrionale è quel periodo che va dal concepimento fino alla ottava settimana di gravidanza.

Fase fetale[modifica | modifica wikitesto]

Wikisaurus.svg Per approfondire vedi la pagina: Fase fetale.

La fase fetale va dal terzo mese, o dalla ottava settimana, fino al momento del parto. Essa è caratterizzata dalla maturazione degli organi e dei tessuti del nascituro.

Parto o nascita[modifica | modifica wikitesto]

Wikisaurus.svg Per approfondire vedi la pagina: Parto.

Al termine dei 9 mesi (o in alcuni casi anche prima o dopo) il feto si posiziona in maniera tale da poter uscire senza problemi. La posizione più frequente e più corretta è a testa in giù e piedi in su. Quando è in questa posizione il bambino si impegna di testa nel canale formato dalle ossa del bacino e dai tessuti molli della mamma. Viene sospinto dalle contrazioni, dalle spinte volontarie e dalla respirazione della mamma.

A volte il ginecologo deve intervenire con il taglio cesareo, un'operazione chirurgica in cui bisogna incidere sull'addome della mamma all'altezza dell'utero.Appena il bambino è uscito definitivamente dal ventre della mamma, bisogna tagliare il cordone ombelicale.Normalmente ogni gravidanza dà origine ad un solo bambino, in alcuni casi invece si ha una gravidanza multipla con la nascita di due o più bambini: i gemelli.

Allattamento[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il parto le ghiandole mammarie iniziano a produrre, sotto stimolo degli ormoni, il latte.

Il primo latte è detto colostro esso contiene oltre ai principi nutritivi del latte, importanti anticorpi presenti nel corpo della madre ,che serviranno per proteggere il bambino da possibili malattie.

Come capire se una donna è incinta[modifica | modifica wikitesto]

Per capire se era iniziata una gravidanza è sufficiente eseguire un rapido test per fare una diagnosi molto precoce, dopo una settimana dalla fecondazione. Infatti, viene misurata la concentrazione nelle urine o nel sangue di un particolare ormone che inizia a essere prodotto quando l'abbozzo dell'embrione si impianta nella mucosa uterina. Quando il test è positivo, la diagnosi può essere confermata con un altro esame, l'ecografia.

Sintomi della donna in gestazione[modifica | modifica wikitesto]

Durante la gravidanza, nel corpo della donna avvengono profondi cambiamenti. La donna avverte frequentemente un senso di nausea , si sente stanca, priva di forze, ha un aumento della salivazione, urina più spesso, può avere disturbi del sonno . Durante tutta la gravidanza aumenta di peso, non solo per la crescita dell'embrione/feto, della placenta e dell'utero che li contiene, ma anche perché tende a mangiare più abbondantemente .. Il cuore lavora di più e aumenta quindi la frequenza e la forza dei battiti. Nella seconda metà della gravidanza la crescita dell'utero e del suo contenuto diventa più evidente, infatti alla donna crescerà il così detto “pancione”, che però tende a spingere in alto lo stomaco provocando disturbi della digestione e al diaframma.

Comportamenti nocivi per il feto[modifica | modifica wikitesto]

Durante la gravidanza la futura mamma deve condurre una vita il più possibile sana. Ci sono infatti comportamenti o abitudini che sono nocivi per il nascituro.

Effetti dell’alcol e fumo[modifica | modifica wikitesto]

L’alcol assunto in gravidanza può essere dannoso sia per lo sviluppo dell’embrione che del feto in modo variabile. L’ alcol può portare ad un peso del neonato inferiore alla norma, bassa statura del bambino, difficoltà di apprendimento, disturbi del comportamento e anomalie del volto.

Effetti teratogeni (ossia di malformazioni congenite)[modifica | modifica wikitesto]

Teratogeni sono quegli effetti che possono provocare malformazioni nella struttura, nella funzionalità dell’organismo, causando disabilità fisiche o mentali o addirittura la morte del bambino. Possono essere:

  1. l’uso di farmaci in gravidanza: è bene che avvenga sotto controllo del ginecologo perché possono causare malformazioni fetali o intossicazioni.
  2. malattie virali come la rosolia e il citomegalovirus: si prende in età infantile e non fa molti danni se la donna non è in gravidanza. Il suo virus ha la capacità di provocare malformazioni molto gravi come la cecità, sordità, problemi cardiaci e celebrali. In caso di rosolia si può fare un vaccino prima di averla contratta anche per i maschi
  3. raggi X