Lombardo orientale

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Questo articolo è una bozza sull'argomento "linguistica", modificalo

Il lombardo orientale è uno dei dialetti principali della lingua lombarda.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il lombardo orientale crea il plurale della "t" in "cc" e, a differenza della maggior parte dei dialetti occidentali, ha il plurale femminile, esattamente come in italiano (la gatta - le gatte in bergamasco, la gatta - i gatt in milanese).

Si nota anche la scomparsa della "n" e della "v", ad esempio la frase "Varda el can" (guarda il cane) a Milano si pronuncia come in italiano, a Brescia "arda el cà".

Per motivazioni storiche, il lessico orientale ha molte parole derivate dalla lingua veneta.

Occidentale Orientale Veneto Italiano Note
Legnamee Marengon Marengon Falegname
Allegher S'ciao S'ciao Ciao Entrato poi in lombardo occidentale e poi in italiano

Dialetti[modifica | modifica wikitesto]

A differenza del lombardo occidentale, i dialetti orientali variano molto da zona a zona, ed esistono vari dialetti con caratteristiche strane e particolari. Il lombardo orientale è parlato nelle province di Brescia, Bergamo, Cremona, Trento (solo nella parte occidentale) e Mantova.

Guarda anche[modifica | modifica wikitesto]