Ramesse I

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Ramesse I

StatueHeadOfParamessu-TitledFrontalView-RamessesI MuseumOfFineArtsBoston.png

Nome
Cognome
Sesso
Luogo di nascita
Data di nascita
Luogo di morte
Data di morte
Attività
Ramses I

M
Antico Egitto
1345 a.C.
Antico Egitto
1290 a.C.
faraone della XIX dinastia

Ramesse I d'Egitto o semplicemente Ramses I, è stato un faraone della XIX dinastia egizia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il faraone Ramses I nacque ad Avaris, una città nel nord Egitto da una famiglia di militari. Divenne visir del faraone Horemheb, che decise di nominarlo suo successore ammirato dall'ottimo lavoro svolto. Ramses divenne faraone nel 1291 a.C. dando vita ad una nuova dinastia. Durante il suo regno si occupò principalmente di politica interna: fece costruire il secondo pilone del tempio di Karnak, sovrapponendo il proprio nome a quello di Horemheb; si occupò di dare importanza a tutte le divinità del Pantheon Egiziano, sottomise il popolo Ebreo e cercò di facilitare la politica del futuro faraone, suo figlio Sethi. Il regno di Ramses I fu molto breve: inizialmente si pensò fosse durato solo 16 mesi, ma grazie a testimonianze ritrovate in seguito, si e potuto definire che il suo regno durò all'incirca 2 anni. Morì nel 1289 a.C. e suo figlio gli dedicò una cappella con maestosi bassorilievi ad Abido. La tomba di Ramses I e oggi osservabile nella Valle dei Re a Luxor.

La Mummia[modifica | modifica wikitesto]

La mummia di Ramses I fu portata fuori dall'Egitto illegalmente nel 1871, sottratta dal nascondiglio di Deir el-Bahri dove era stata traslata dai sacerdoti di Amon nel 970 a.C. La mummia fu ceduta all'uomo d'affari James Douglas che la acquistò per 7 sterline, finì esposta in Canada e, successivamente, al museo di Niagara Falls. Nel 1999 si stabilì la regalità delle spoglie e la mummia fu venduta al museo "Michael C. Carlos" per 2 milioni di dollari. Nel 2003 il museo decise di restituire a titolo gratuito la salma all'Egitto. Così, dopo circa 130 anni di esilio, i resti del Faraone furono trasferiti con onori militari al Museo di Luxor per riposare nella sua terra natia dopo aver sostato temporaneamente al Museo del Cairo.

Esodo degli ebrei[modifica | modifica wikitesto]

Ramses I è identificato come il "Faraone dell'oppressione" perché, secondo Libro dell'Esodo, fu lui a schiavizzare il popolo di Israele, opprimendolo con leggi terribili, come l’uccisione dei primogeniti. Tale identificazione è ripresa nel film biblico “I dieci comandamenti” del 1956 in cui nella prima scena lo si vede, circondato da sacerdoti e militari, mentre dà ordine all'eccidio: questa decisione porterà al salvataggio di Mosé da parte di Bithiah, che il film identifica come la figlia di Ramses I. Va considerato che l'avvenimento biblico dell'Esodo non possiede un autentico rilievo storico. Gli studiosi ritengono che gli eventi raccontati nell'Esodo siano finzione letteraria ispirata da alcuni sacerdoti all'epoca.