Orecchio

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni

L'orecchio è l'organo del corpo umano che ha la funzione di udire suoni e rumori.

Struttura anatomica[modifica | modifica wikitesto]

E’ formato da: ossa, muscoli, nervi, vasi arteriosi, vasi venosi, ghiandole sebacee e ghiandole ceruminose. L'orecchio umano è composto da tre parti:

  • Orecchio esterno: da cui entrano i suoni, è formato dal padiglione auricolare, dal condotto uditivo esterno e dal timpano. Il padiglione auricolare è costituito da cartilagine rivestita da una pelle, il pericondrio. La sua funzione è quella di raccogliere i suoni per inviarli all'interno del condotto uditivo. Il condotto uditivo è un tunnel dalle pareti lisce avente: peli, ghiandole sebacee e ghiandole ceruminose.
  • Orecchio medio: alla fine del condotto uditivo si trova la membrana del timpano, che è sottile e sensibile alle onde sonore che vengono a infrangersi su di essa. Le vibrazioni raccolte vengono trasmesse a tre ossicini, i più piccoli del corpo umano: il martello, direttamente a contatto con la membrana del timpano, l'incudine e la staffa. I tre ossicini dell'udito sono contenuti nella cassa del timpano, che comunica all'esterno attraverso un piccolo canale lungo 3-4 cm, la tromba di Eustachio, che sbocca nella faringe. In questo modo l'orecchio è collegato con la faringe. Questa funzione permette di mantenere in equilibrio la pressione dell'aria al di là e al di qua del timpano.
  • Orecchio interno: è la parte interna dell'apparato stato-acustico, divisibile in due "labirinti":

-Labirinto osseo (o parte ossea), la cavità interna presenta una parete ossea.

-Labirinto membranoso, presente dentro al labirinto osseo; in esso sono presenti organi a parete connettivale. Tra i due labirinti è presente un liquido, definito perilinfa, mentre internamente agli organi del labirinto membranoso è presente l'endolinfa.