Gian Piero Ventura

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Gian Piero Ventura

Zenit-Torino (8).jpg

Nome
Cognome
Sesso
Luogo di nascita
Data di nascita
Luogo di morte
Data di morte
Attività
Gian Piero
Ventura
M
Genova
14 gennaio 1948


allenatore, ex calciatore

Gian Piero Ventura è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essere cresciuto nelle giovanili della Sampdoria, gioca in serie minori con le maglie dell'Enna e della Sanremese.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera di allenatore inizia nel 1976, quando guida le giovanili della Sampdoria. Dal 1979 al 1981 è vice-allenatore dei blucerchiati. Dal 1981 al 1986 allena in serie: Albenga, Rapallo Ruentes, Entella e Spezia. Dal 1987 al 1989 allena la Centese, per poi allenare la Pistoiese dal 1989 al 1992. Dopo una parentesi sulla panchina del Giarre nella stagione 1992-93, si trasferisce al Venezia fino al 1995. Dal 1995 al 1997 allena il Lecce, mentre da l 1997 al 1999 allena il Cagliari. Nella stagione 1999-2000 allena la Sampdoria, nella stagione 2000-2001 allena invece l'Udinese, per poi tornare ad allenare il Cagliari dal 2002 al 2004, anno in cui passa ad allenare il Napoli. Dopo una parentesi sulla panchina del Messina, si trasferisce sulla panchina del Verona fino al 2007. Dal 2007 al 2009 allena il Pisa, mentre nel biennio successivo allena il Bari. Dal 2011 al 2016 ha allenato il Torino. Dal luglio del 2016 è diventato il commissario tecnico della Nazionale italiana. Ha ricoperto l'incarico fino al novembre del 2017, esonerato a seguito della storica eliminazione della Nazionale dalla fase finale dei mondiali di calcio 2018[1].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra Presenze Reti
1970-1974 Enna 9 0
1974-1976 Sanremese 1 0

Note[modifica | modifica wikitesto]