Campo di concentramento di Auschwitz

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni

Il campo di concentramento di Auschwitz fu il più grande[1] campo di sterminio tedesco durante la seconda guerra mondiale, ubicato nella città di Oświęcim, in Polonia. La sua superficie copriva 40 km².

La Struttura[modifica | modifica wikitesto]

IL complesso aveva tre campi principali e 45[2] sottocampi. Con tante espropriazioni forzate e demolizioni delle proprietà degli abitanti, Auschwitz arrivò a ricoprire, dal dicembre 1941[3], la superficie totale di circa 40[4] chilometri quadrati.

Dati[modifica | modifica wikitesto]

Il complesso fu operativo nel 14 giugno 1940, ed era centro amministrativo dell'intero complesso. Il numero di prigionieri rinchiusi nel campo era di 15 000-20 000 prigionieri. Approssimativamente furono uccise 70.000[5] persone tra le torture, le camere gas, e i lavori forzati.

Trasporto Prigionieri[modifica | modifica wikitesto]

I convogli di deportati (circa 2 000 – 2 500[6] prigionieri per treno), erano spesso chiamati trasporti perchè composti da vagoni merci contenenti dalle 80[7] alle 120[8] persone costrette a disumane condizioni di vita e igieniche

Curiostà[modifica | modifica wikitesto]

Il campo di Auschwitz fu spesso utilizzato per produrre o ideare libri e film

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. Dalla voce di wikipedia consultata il 29/11/2018
  2. Dalla voce di wikipedia consultata il 29/11/2018
  3. Dalla voce di wikipedia consultata il 29/11/2018
  4. Dalla voce di wikipedia consultata il 29/11/2018
  5. Dalla voce di wikipedia consultata il 29/11/2018
  6. Dalla voce di wikipedia consultata il 29/11/2018
  7. Dalla voce di wikipedia consultata il 29/11/2018
  8. Dalla voce di wikipedia consultata il 29/11/2018

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]