Cistifellea

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Disegno della colecisti
la cistifellea vista con l'ecografia

La cistifellea (chiamata anche colecisti o vescicola biliare) è un piccolo organo del sistema digerente, la cui funzione è quella di immagazzinare la bile, prodotta dal fegato.

Anatomia[modifica | modifica wikitesto]

La forma della cistifellea ricorda quella di una pera, è lunga dai 7 ai 10 cm, ha una capacità di circa 50ml ed è di colore grigio-verde. Il suo compito è quello di contenere la bile, prodotta dalle cellule del fegato, che poi servirà durante la digestione. La colecisti è posizionata nella fossa cistica (parte anteriore del solco sagittale destro, nella parte inferiore del fegato), si trova nel punto di Murphy (punto cistico), che si trova all'incrocio tre il margine laterale del muscolo retto e la linea del punto più inclinato dell'arcata costale. Si trova tra la 9ª e la 10ª costola e al livello dalla 12ª vertebra toracica e la 2ª lombare.

La colecisti si può suddividere in tre parti:

  • il collo è l'estremità più stretta e la più vicina all'ilo, connessa al fegato da un mesentere;
  • il corpo è la parte intermedia della cistifellea, riposto nella fossa cistica;
  • il fondo è l'espansione finale del corpo, è spesso in contatto con il colon trasverso; può protrarsi oltre il confine inferiore del fegato per uno o due centimetri.

Patologie[modifica | modifica wikitesto]

La cistifellea talvolta può contenere calcoli biliari, che si possono formare per un eccesso di colesterolo e di calcio inorganico; è un fenomeno abbastanza comune che viene diagnosticato tramite l'ecografia del fegato e delle vie biliari. nei casi più gravi si interviene la laparoscopia in anestesia completa. Una dieta ricca di frutta ed equilibrata può ridurre la possibilità di riscontrare questo problema.