Undertale

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Notepad-117597 640.png
Questo articolo dovrebbe essere corretto.
Motivo: Controllare l'ortografia
Undertale cover.jpg

Undertale è un videogioco di ruolo per pc sviluppato tramite Game Maker, lo studio del programmatore Toby Fox, il quale si è occupato per la maggior parte degli aspetti e delle meccaniche del gioco ad eccezione di alcuni contenuti grafici ai quali ha contribuito Temmie Chang. Il gioco, pubblicato per la prima volta il 15 settembre 2015, è stato accolto molto positivamente e in molti casi è stato promosso come cult dei game play, soprattutto per molti elementi innovativi della trama tra cui la caratterizzazione dei personaggi, ed originali espedienti, come il fatto che durante il gioco verrà frequentemente infranta la quarta parete, con i personaggi di cui a volte si rivolgeranno, direttamente o meno, al giocatore, alcuni di essi mostreranno addirittura di essere a conoscenza delle azioni dello stesso in precedenti slot di salvataggio e partite giocate.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

si gioca nei panni di un bambino del quale si decide il nome all' inizio del gioco.il compito del giocatore sarà quello di fare esplorare il mondo dell underground per trovarne un uscita percorrendo mappe variopinte. Ad abitare questo mondo, sparsi per le mappe, vi saranno mostri di varie forme e dimensioni che alcune volte il giocatore dovrà combattere.

Il sistema di combattimenti si ispira a quello dei videogiochi di ruolo, in cui il giocatore e i nemici faranno a turno la propria azione. Durante il combattimento il giocatore muoverà un cuore, che rappresenta la sua anima, all'interno di un'arena di forma quadrata, nella parte centrale dello schermo, e dovrà sfuggire agli attacchi del nemico che cadranno nell'arena. Andando avanti nel gioco i colpi dei nemici diventeranno sempre più veloci o più grandi e più difficili da evitare, inoltre , contro dei mostri speciali, l'aspetto dell'arena cambierà e appariranno ostacoli che ridurranno lo spazio in cui il giocatore può muoversi, oppure i suoi movimenti e le sue azioni stesse verranno direttamente manipolate (come ad esempio quando il colore dell'anima del protagonista diventa blu il giocatore non potrà muoversi per tutta l'arena, ma sarà attirato nella parte bassa e potrà evitare i colpi solo saltando). Durante il suo turno il giocatore può combattere ed uccidere il nemico, scegliendo l'opzione "FIGHT" (combatti) e calibrando la potenza del colpo da infliggergli raccogliendo "EXP" quando vengono uccisi, per diventare più forte e fare salire di "LV", e pezzi d'oro ("gold") da usare per acquistare armi, armature e cibo per ristabilire gli "HP" del protagonista. In alternativa il giocatore può scegliere l'opzione "ACT" (agisci) attraverso la quale si possono compiere azioni che spingeranno il nemico a rinunciare al combattimento e potergli risparmiare la vita con l'opzione "MERCY" (pietà), accumulando solo "gold" e nessun "EXP". Le azioni per scoraggiare il nemico e risparmiargli la vita, varieranno in base al mostro che si affronta e alcuni di essi, in particolare i Boss, richiederanno più turni e una sequenza corretta di azioni da compiere, per poter vincere il combattimento senza eliminarli. Come viene rivelato ad un certo punto del gioco "EXP" è un acronimo che sta per "execution points" (punti esecuzione), che indicano il dolore inflitto dal protagonista ai mostri, mentre "LV" sta per L.O.V.E. "Level of Violence" (livello di violenza), che indica, invece, la sua capacità di infliggere dolore agli altri. Il comportamento del giocatore nei confronti dei mostri sarà cruciale per determinare gli avvenimenti che si susseguiranno durante il gioco, i dialoghi e il rapporto che il protagonista avrà con loro e come la storia viene indirizzata, soprattutto nel finale a cui si andrà incontro.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Umani
  • Frisk: il personaggio giocabile, ha dei capelli corti castani, una maglia a righe rosa e blu, dei pantaloncini blu, la carnagione giallastra e gli occhi chiusi. è sconosciuto il suo sesso, perché viene lasciata al giocatore la scelta di vederlo come preferisce. Nell'ordine, è l'ottavo umano caduto e, come il primo, ha un'anima rossa (che rappresenta la determinazione).
  • Umani caduti: sono sei umani precipitati in questo mondo nel corso degli anni, di cui non viene mai rivelata l'identità. Le loro anime sono di colore arancione, giallo, azzurro, verde, blu e viola. Rappresentano rispettivamente Coraggio,Giustizia,Pazienza,Gentilezza, Integrità e Perseveranza.
  • Primo Umano: il primo bambino caduto, il suo nome ufficiale è Chara. Ha i capelli corti e castani, una maglia a righe verde e gialla, pantaloni marroni, la carnagione rosa e il volto sorridente. Anni prima scalò il Monte Ebott a causa del suo odio verso l'umanità, per poi precipitare nel sottosuolo e conoscere Asriel. Lì divenne il suo migliore amico e venne adottato da Toriel e Asgore, portando speranza nel mondo sotterraneo. Provava un forte astio per tutta la razza umana, probabilmente a causa di eventi nella sua vita non specificati all'interno del gioco , infatti si avvelenò apposta per poi cedere la propria anima ad Asriel, per farlo diventare una creatura molto potente, così da poter distruggere l'umanità. però il suo piano fallì dato che Asriel si oppose e preferì farsi uccidere dagli umani, piuttosto che fare loro del male.L'indole di questo personaggio varia a seconda delle azioni del giocatore, poiché come viene rivelato nel corso delle varie run il suo spirito si è fuso con noi, la/o incontrerai durante il finale genocida.
Mostri
  • Toriel: il primo mostro ad essere incontrato, è una capra con una veste viola col simbolo delle Rovine. Appare come una dolce donna con istinti materni e protettivi nei confronti del protagonista. Madre di Asriel, abbandonò e si separò dal marito Asgore, disgustata dalle sue intenzioni di distruggere l'umanità, e si rifugiò nelle Rovine, cercando di accogliere e tenere in salvo ogni umano che vi precipitava. Durante il combattimento, usa palle di fuoco, che però eviteranno il protagonista se ha salute bassa.
  • Sans: fratello maggiore di Papyrus, è uno scheletro di bassa statura, indossa dei pantaloni neri con due righe bianche ai lati, una giacca blu invernale, guanti e pantofole violette. Pigro e tormentoso, anche se gli piace fare scherzi e giochi di parole, non è molto interessato a catturare umani, anche per la promessa fatta a Toriel.Rivela spesso di essere consapevole delle intenzioni del giocatore come delle sue azioni risalenti a salvataggi precedenti .Lotta contro il protagonista solo se si sta andando incontro al Finale Genocida e in tale occasione mostra di essere a conoscenza dell'esistenza dei reset, e attribuisce ,giustamente, al giocatore la responsabilità di essi. Quando usa i suoi poteri magici il suo occhio sinistro si illumina di azzurro e giallo. I suoi attacchi, che spesso ignorano le tipiche impostazioni dei combattimenti dei videogiochi ruolo, attaccando il protagonista anche quando non è il suo turno, consistono in ossa ed una sorta di grossi teschi di capra (chiamate Gaster Blaster) che spareranno laser molto potenti contro il protagonista, oppure cambierà la gravità scaraventando Frisk contro i limiti dell'arena anche se ciò gli costerà un continuo ed esorbitante sforzo.
  • Papyrus: fratello minore di Sans, è uno scheletro di alta statura, con sciarpa, guanti e scarpe rosse ed un armatura grigia e blu. Inizialmente cerca di catturare il protagonista per poter far parte delle Guardie Reali, tuttavia finirà col farci amicizia. È un tipo dal carattere molto burlone, ingenuo ed esilarante, ma comunque coraggioso. Usa attacchi quasi uguali a quelli del fratello. Ha un grande controllo del suo potere, come dimostra il fatto che riduce a 1 gli HP del protagonista invece di ucciderlo, quando sferra il colpo (potenzialmente) mortale. Undyne stessa afferma che Papyrus è davvero forte, ma che non l'avrebbe mai mandato in guerra, per via del suo carattere innocente.
  • Undyne: capitano delle Guardie Reali, è un pesce ibrido con la pelle azzurra, gli occhi gialli e i capelli rossi legati in una coda di cavallo. Veste con un'armatura, poi, quando ci si fa amicizia, con dei pantaloni blu, stivali e canottiera nera, inoltre ha una benda sull'occhio destro (che nella battaglia in modalità Genocida toglierà rivelando un'orbita vuota da dove esce un fascio di luce a forma di lancia). Coraggiosa e valorosa; inseguirà il protagonista per tutta Waterfall fino a Hotland nel tentativo di catturarlo, tuttavia dopo vari accaduti diventerà pure lei sua amica, rivelando di avere un carattere molto eccentrico,di essere piuttosto mascolina e di amare gli anime, che crede siano veri e rappresentino il mondo degli umani. Prova sentimenti verso Alphys. In combattimento, spara lance contro il protagonista e lo fa diventare verde, cioè immobile ma capace di parare i proiettili.
  • Alphys: la scienziata reale, appare come una balbuziente rettile gialla con un camice da laboratorio bianco e degli occhiali. Ha un carattere molto goffo, insicuro , pavido, timido ed è appassionata di anime. Al contrario di altri mostri, non attaccherà il protagonista, bensì lo aiuterà nel corso del viaggio verso il castello proteggendolo dai continui attacchi del robot da lei creato, Mettaton. Successivamente, però, si scopre che per conto del re ha condotto esperimenti su alcuni mostri , iniettando loro determinazione, che li aveva risvegliati, tuttavia col tempo aveva fatto liquefare e fondere i loro corpi, trasformandoli in abominevoli creature, gli Amalgamati. Nel finale, comunque, ella troverà il coraggio di rivelare a tutti gli altri mostri dei tremendi esperimenti fatti, e restituirà gli Amalgamati alle loro famiglie. Nel caso, invece, il giocatore ucciderà tutti i mostri sul suo cammino prima della battaglia con Undyne, quest'ultima rivela che la scienziata ne ha approfittato per evacuare tutti gli altri mostri dell Sottosuolo per nasconderli in un posto sicuro. Prova sentimenti particolarmente romantici verso Undyne.
  • Mettaton: un robot creato da Alphys con un fantasma al suo interno (Happstablook, cugino di Napstablook). Nella prima forma è un rettangolo grigio con pulsanti gialli e rossi, due braccia e una ruota come gamba, poi si trasformerà in un robot più umanoide (Mettaton EX), con un corpo esile, capelli neri e vestito con indumenti futuristici di colore nero e viola. Ha un forte carisma particolarmente eccentrico e egocentrico, in quanto superstar dei mostri, si mostrerà con un carattere molto allegro ed energico, e cercherà di uccidere il protagonista per poter attraversare la Barriera e diventare una star anche per gli umani, ed avere milioni di fan. Tuttavia poi rinuncerà capendo che il suo posto da star è nel mondo sotterraneo. Combatte con proiettili elettrici, bombe, blocchi, robot e perfino gambe. Nel combattimento contro di lui in un Percorso Genocida si trasformerà in Mettaton NEO, simile alla sua forma EX ma molto più armato e fortificato, anche se si scopre che non è dotato di nessun attacco e verrà eliminato con un solo colpo.
  • Asgore Dreemurr: il re dei Mostri, è un montone con lunghe corna, capelli e barba biondi, indossa un'armatura e un mantello viola. Dopo la morte del primo umano e del suo figlio Asriel, ha deciso di vendicarsi uccidendo tutti gli umani che cadranno nel Sottosuolo, così da poter ottenere il numero di anime per distruggere la Barriera ed eliminare l'umanità. In realtà, però, ha un carattere molto buono e sensibile, e quando Frisk arriverà a lui, prima e dopo lo scontro tra i due Asgore lo tratterà con gentilezza e si mostrerà restio nel combattere, affermando alla fine, una volta sconfitto, che il suo unico desiderio era solo dare speranza ai mostri e rivedere la moglie Toriel e il figlio Asriel. Se il giocatore lo risparmia la prima volta, egli verrà ucciso da Flowey nel mentre parlava di come lui, Frisk e sua moglie lo avrebbero fatto stare bene nel Sottosuolo. Come Toriel, combatte con palle di fuoco e con il suo tridente rosso.
  • Flowey/Asriel Dreemurr: è un fiore dorato con la capacità di trasformare la sua faccia in qualsiasi cosa, passando da facce cartoon esche a facce inquietanti. lui sarà il primo mostro in cui si imbatterà Frisk, all'inizio si mostra amichevole ed offre di fare da guida per il protagonista. ma Subito dopo si rivela malvagio e tenta di ucciderlo, tuttavia viene fermato da Toriel. In seguito per il gioco il fiore farà delle apparizioni provocando il giocatore a compiere qualche violenza o uccisione, se agirà in maniera pacifica, e supporterà le sue azioni, se agirà in maniera crudele. Nel finale si scopre che è Asriel, il figlio del re Asgore e di Toriel, che era morto dopo aver portato con sé il corpo del primo umano, di cui era diventato suo miglior amico, nel villaggio d'origine ed era stato assalito dagli umani. Tornato nel Sottosuolo, le sue ceneri si sparsero su alcuni fiori d'oro del giardino della reggia del re, ed in seguito Alphys li raccolse per usarli nei suoi esperimenti come "contenitori" di anime per introdurre l'anima di un mostro all'interno di un altro mostro. Uno di quei fiori si trasformò in Flowey che scappò dal laboratorio, privo di sentimenti, dapprima tentò di ritrovarli agendo in maniera giusta, poi scoprendo di avere il potere di poter tornare indietro nel tempo iniziò a compiere azioni malvagie. Nel finale, comunque, quando assorbe tutte le anime dei mostri, che gli permettono di ottenere la sua forma originale, ritrova i suoi sentimenti, viene sconfitto da Frisk e convinto a tornare quello di prima. Infine, poi, con il gran potere acquisito infrange la Barriera, dando la libertà ai mostri, tuttavia è costretto a tornare alla sua forma di fiore.
  • W. D. Gaster: Era lo Scienziato prima di Alphys e creatore del Core. si hanno sue notizie nella stanza segreta di Sans, che contiene una macchina sperimentale rotta, varie foto e note incomprensibili, alla quale il giocatore può accedere dopo che lui gli consegnerà la chiave. Non potendo interagire col giocatore, non ha nessun dialogo, ma la diciassettesima nota nel Laboratorio Segreto di Alphys, l'unica che il giocatore è impossibilitato a trovare, ci mostra dei commenti dello stesso Gaster sul suo esperimento prima del fallimento, scritti, a differenza di tutto il resto del gioco, in font Wing Dings (da qui il nome W.D.). Il suo aspetto è incerto, andando da un'alta figura nera sorridente con il viso bianco e lacerato, a una figura completamente bianca con oggetti simili a fili attaccati in varie parti del corpo. Pare avere un qualche tipo di rapporto di parentela con Sans e Papyrus, come testimonierebbero i Gaster Blaster di Sans.Si possono avere altre prove della sua esistenza modificando lo script di gioco.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco comincia con una piccola introduzione sul passato di quel mondo, raccontando che una volta umani e mostri vivevano in compagnia ma un giorno tra di loro si scatenò una guerra, dopo anni gli umani ebbero la meglio esiliando nell' underground, un mondo sotterraneo, i perdenti impedendogli di uscire grazie a una barriera. anni dopo un bambino decide di scalare il monte Ebott pero poi cadendo in una voragine, risvegliandosi dopo su una distesa di fiori dorati, perlustrando la zona il protagonista incontra Flowey che si presenta come un suo amico che desidera insegnarli come cavarsela nell' underground rivelandosi poi però come un essere malvagio tentando di uccidere il giocatore che per fortuna viene salvato da Toriel la custode delle rovine che "educa" il giocatore nel completare i puzzle delle rovine. successivamente Toriel da al giocatore un cellulare che si userà per chiamare Toriel ce andrà a casa sua invitando il giocatore a rimanere fermo nella stanza che però ignorerà il consiglio e va da solo ad esplorare le rovine superando alcuni puzzle ed incontrando il Napstablook, quando si combatte contro di lui usa mosse come lacrime acide, se perde i suoi HP dice che lo sta facendo solo per non essere maleducato. finito di esplorare le rovine si incontrerà Toriel che sorpresa di trovare lì il giocatore lo invita ad entrare in casa dove il giocatore poi potrà accedere alla cantina dove si può uscire dalle rovine, ma Toriel sarà contraria alla scelta del giocatore di uscire quindi la si affronterà. dopo essere usciti dalle rovine ci si troverà nella foresta innevata dove si farà conoscenza con i fratelli scheletri Sans e Papyrus, l'ultimo afferma di essere un cacciatore di umani e che vuole portarne uno in città per fare vedere a tutti che non è un buono a nulle entrando a fare parte delle guardie reali, per fortuna è un po ingenuo e non riesce a catturare il giocatore dopo gli innumerevoli puzzle a cui lo sottopone, così dopo averli risolti tutti il giocatore si ritroverà ad affrontarlo, una volta vinto si procederà per la zona delle Waterfall(cascate). dove si farà una brusca conoscenza con Undine che cercherà di uccidere il giocatore con delle lance, si cono scerà anche il Monster Kid, che dirà di essere un fan sfegatato di Undine, lui ci seguirà per tutte le Waterfall fino a che nella Genocide dovremmo ucciderlo insieme ad undine o nella Pacifist risparmiarlo ed andare nelle Hotland dopo aver affrontato Undine. arrivati nella quarta regione si farà conoscenza con Alphis, la scienziata che ha progettato Mettaton, che seguirà il giocatore per tutte le HotLand sottoponendolo ad indovinelli e puzzle di tutti i tipi finché non si arriva nella spider zone in cui si affronterà Muffet, appena dopo averla battuta si procederà nel MTT hotel che serve come "ponte" per il core il cuore dell' underground in cui bisognerà affrontare Mettaton ex nella Pacifist o Metaton neo nella Genocide che nonostante l' aspetto possente morirà dopo un attacco facendoci procedere nella old house, la casa dove vivevano una volta Toriel e Asgore insieme a Chara e Asriel, se si è nella Pacifist tutti i mostri che abbiamo risparmiato ci racconteranno della storia di come Asriel e Chara morirono insieme dopo tutto quello che avevano passato, se si è nella Genocide sarà Flowey a raccontarci il tutto. si arriverà poi nel Last Corridor(l'ultimo corridoio)dove nella Genocide si affronterà Sans, bramoso di vendetta dopo che il giocatore ha ucciso suo fratello, invece nella Pacifist ci spiegherà come EXP non vuol dire esperienza ma Execution point(punti esecuzione) e love vuol dire level of violence(livello di violenza). una volta ucciso Sans nella Genocide il giocatore non avrà più il controllo delle azioni del personaggio che successivamente ucciderà Asgore e Flowey, gli ultimi mostri del gioco, subito dopo lo schermo diventerà nero e l'anima di Chara ci parlerà dicendoci di resettare il gioco per uccidere tutti ancora e ancora in un loop infinito, se si accetterà Chara ucciderà il giocatore contenta della nostra scelta, se non si accetterà ucciderà lo stesso il giocatore dicendo che sperava in un "si". invece nel finale della Pacifist il protagonista prima della barriera si entrerà in modalità battaglia con Asgore, ma prima che ci possa attaccare Toriel prenderà le nostre difese attaccando Asgore che si metterà da parte, arriveranno anche Sans, Papyrus, Undyne e Alphys, che chiederà a Papyrus come ha fatto a fare arrivare tutti lì in quel momento, risponderà dicendo che un piccolo fiorellino lo ha aiutato, così entrerà in scena Flowey che intrappolerà i nostri amici dicendo di volere uccidere il giocatore, ma prima di morire i nostri amici ci riempiranno di determinazione parlandoci di quanto il giocatore nel gioco li abbia aiutati, arriveranno anche tutti gli altri mostri che abbiamo risparmiato ad aiutarci, ma Flowey assorbirà tutte le anime dei mostri prendendo così la sua forma originale di Asriel Dreemur che bisognerà affrontare e fare ragionare finché non gli faremo capire i valori dell' amicizia ed il legame tra lui e mostri dell underground e il personaggio, così Asriel tornerà nella sua forme normale chiedendo scusa al giocatore per la sua testardaggine, restituendo anche le anime rubate e rompendo la barriera, finalmente il giocatore potrà uscire dall'underground insieme ai suoi amici, che partiranno subito per l'esplorazione della superficie, a questo punto il giocatore deciderà se rimanere per il resto della vita con Toriel oppure andare per cercare la nostra vera famiglia.