Tessuti vegetali

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni

In biologia si chiama tessuto un insieme di cellule, per lo più simili, associate per funzione. Costituisce un livello superiore di cellule organizzate, è messo a svolgere un ruolo preciso dentro uno dei nostri organi. È presente sia nelle piante sia negli animali.

Tipi di tessuti vegetali[modifica | modifica wikitesto]

I tessuti vegetali si distinguono in quattro tipi diversi fondamentali:

  • Il tessuto tegumentale: Riveste e protegge l'intera pianta. Ogni tessuto risulta in un composto e mostra una specializzazione diversa dovuta al tipo di organo che le cellule rivestono e naturalmente, all'adattamento specifico della pianta all'ambiente esterno.
  • Il tessuto parenchimatico: È il più diffuso tra le cellule e svolge non solo funzioni di sostegno ma anche funzioni di nutrimento per l'intera pianta. Ad esempio, forma lo sughero delle radici e del fusto, la parte del seme e la polpa della frutta.
  • Il tessuto vascolare: permette i trasporti a breve e a lunghe distanze per i nutrienti all'interno della pianta. Sono dei tubi chiamati "Condotti" che sono appaiati che percorrono tutta la pianta, cioè dalle radici fino alle punta delle foglie, noi vediamo delle nervature che percorrono l'intera superficie della foglia.
  • Il tessuto meccanico: Ha una funzione principale di dare alla pianta una resistenza notevole al piegamento, alla torsione oppure alla trazione. E' caratterizzata da cellule con condensamenti della parete. Non c'è spazio tra le cellule.
Pianta in fiore 3874

Bibliografia:[modifica | modifica wikitesto]

  • Natura Avventura, Autori: G. Bo, S. Dequino, Pearson editore
  • Science network, Autori: L. Leopardi, M. Bubani, M. Carabella, M. Maraccio, Garzanti Scuola