Capelli

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Blausen 0437 HairFollicleAnatomy

I capelli sono estremità pilifere che ricoprono la cute umana.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

cuoio capelluto

La struttura dei capelli è simile a quella degli altri peli corporei. Il pelo è una struttura cheratinica che fuoriesce dall'epidermide.

La sezione longitudinale del pelo[modifica | modifica wikitesto]

  • Il fusto: la parte esterna del follicolo pilo-sebaceo. Il fusto è formato da cheratina, è flessibile e resistente;
  • La radice: la continuazione dello stelo all'interno della pelle. La radice è tutta avvolta dal follicolo, apparte la sua parte superiore;
  • Il bulbo: la parte finale, nella parte più profonda del follicolo. Alla base del bulbo è presente una zona detta matrice del pelo.

La sezione trasversale de pelo[modifica | modifica wikitesto]

  • La cuticola: lo strato esterno del capello. E' costituito da cellule che proteggono l'inerno del capello;
  • La corteccia: lo strato intermedio del capello. E' lo strato più abbondante;
  • Il midollo: la parte centrale del capello. E' abbondante negli animali, mentre negli esseri umani è molto scarso, se non assente.

Colore[modifica | modifica wikitesto]

Melanin laden macrophages in dermatopathic lymphadenopathy 40X

Il colore dei capelli dipende dalla maggiore o minore quantità di melanina presente in essi. Esistono due tipi di melanina:

  • Eumelanina (dà una colorazione scura);
  • Feomelanina (dà una colorazione chiara).

Questa sostanza si trova nei diversi strati dei capello (midollo, cuticola e corteccia) in base al colore:

  • Nei capelli biondi la melanina si trova solo nella cuticola;
  • Nei capelli dal castano al nero la melanina è presente anche nello strato midollare;
  • Mentre, nei capelli rossi, le particelle di melanina sono sostituite da pigmenti solubili.

Nel DNA i pigmenti neri, prevalgono sui biondi e sui rossi. I capelli diventano bianchi se perdono le cellule che producono la melanina (incanutimento) Essi sono ricchi di diversi elementi:

  • Ferro (abbondante nei capelli rossi);
  • Magnesio (abbondante nei capelli neri);
  • Piombo (abbondante nei capelli castani).

Capelli biondi[modifica | modifica wikitesto]

BiasuttiMappa

I capelli biondi sono i capelli tendenti al giallo e generalmente quelli più sottili. Questa tipologia è tipica delle popolazioni nordiche, dove il clima è molto freddo. In Italia il genere più diffuso di capelli biondi è il giallo-castano.

Capelli neri[modifica | modifica wikitesto]

I capelli neri sono i più diffusi al mondo, infatti in Italia le persone con colorazione nera sono la maggioranza.

Capelli rossi[modifica | modifica wikitesto]

La colorazione rossa è collegata ad un gene. Se in una coppia di genitori nessuno ha capelli rossi, i figli avranno 1/4 di probabilità di averli, mentre se entrambi li hanno, i figli avranno sicuramente i capelli rossi.

Capelli castano[modifica | modifica wikitesto]

I capelli castano sono i capelli il cui coloro è tra il bruno e il biondo. E' tipico delle popolazioni europee, specialmente Francia e zone alpine.

Crescita[modifica | modifica wikitesto]

Per far crescere i capelli in modo sano, non bisogna sottoporli a fonti di calore come ad esempio asciugacapelli e piastra. La crescita dei capelli è di circa 1 cm al mese. Uno dei metodi più accreditati per accelereare la crescita è mettere regolarmente del lievito di birra sul quoio capelluto e massaggiarlo delicatamente.

Forfora[modifica | modifica wikitesto]

La forfora è una malattia del cuoio capelluto, che si manifesta sottoforma di piccolissime scagliette bianche che si presentano alla base del cuoio capelluto.

Cause[modifica | modifica wikitesto]

La forfora è causata da:

  • Continuo ricambio di cellule epiteliali, che a volte avviene troppo velocemente e quindi le cellule non ancora arrivate a maturazione vengono spinte sul cuoio capelluto.
  • Dalla sechhezza del cuoio capellutio e da una sovrapproduzione di sebo.
  • Dalla stanchezza e dallo stress
  • Dalla errata alimentazione e infine dalla reazione a prodotti per capelli.
Come evitarla

La forfora si può evitare se si mantiene un'igiene costante del cuoio capelluto, quindi se la si vuole evitare si dove fare a meno di usare:

  • Shampi con tensioattivi aggressivi al cuoio capelluto
  • Troppa sudorazione del cuoio capelluto che favorisce l'infiammazione locale e la disquamazione di esso.

Quantità[modifica | modifica wikitesto]

Blausen 0110 BrainLayers

La quantità di follicoli presenti sul cuoio capelluto è geneticamente deciso dalla nascita. La quantità di capelli varia in base al colore:

  • I capelli biondi sono circa 150.000;
  • I capelli neri sono 110.000;
  • I capelli castani sono 100.000;
  • I capelli rossi sono 90.000.

Densità[modifica | modifica wikitesto]

La densità dei capelli varia a seconda delle zone del cuoi capelluto ed è generalnete 150 capelli per cm2

Acconciature storiche[modifica | modifica wikitesto]

Acconciature da uomo:

  • Durante gli anni 40 gli uomini cominciavano a farsi crescere i capelli e li tiravano indietro, spesso con una leggera onda.
  • Negli anni 60 invece molta gente si faceva le acconciature prendendo spunto da quelle dei Beatles. Si portavano i capelli lunghi e in avanti, con il conosciuto caschetto all'inglese. I capelli pendevano sulle orecchie, sul collo e la frangia era molto folta.
  • Negli anni 80 sono comparse nuove acconciature che richiedevano tempo. Che si trattasse di Punk o New Romantic, gli uomini cominciavano ad utilizzare prodotti speciali per lo styling e per ottenere look più particolari.
  • A partire dal 2000, la cresta stata una delle tendenze più inaspettate. I capelli erano corti ai lati e leggermente più lunghi in alto, così potevano essere acconciati in una mini cresta.

Acconciature da donna:

  • Negli anni 40 tornano protagonisti i capelli lunghi. Prima raccolti in eleganti code di cavallo, e poi sciolti.
  • Negli anni 60 si accentua sempre di più un sentimento di ribellione, infatti si fanno tagli più netti e precisi.
  • Gli anni 80 aprono una nuova epoca, fatta di nuove sperimentazioni. Questi sono infatti gli anni del frisé, dato da piccole onde statiche che danno un voluto effetto crespo.
  • Negli anni 90 i parrucchieri si ribellano a lunghezze senza movimento, e iniziano a sfilare dando vita alle prime scalature.
  • Gli anni 2000 sono contrassegnati da diversi hairstyling , che si attingono però al prezioso passato. Trionfano capelli ondulati, intrecciati con fasce...