Victor Hugo

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Questo articolo è una bozza sull'argomento "biografie", modificalo
Victor Hugo

Victor Hugo.jpg
Victor Hugo nel 1875

Nome
Cognome
Sesso
Luogo di nascita
Data di nascita
Luogo di morte
Data di morte
Attività
Victor
Hugo
M
Besançon
26 febbraio 1802
Parigi
22 maggio 1885
poeta, scrittore, politico

Victor Marie Hugo (Besançon, 26 febbraio 1802 - Parigi, 22 maggio 1885), è stato un poeta, scrittore e politico francese del XIX secolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera letteraria[modifica | modifica wikitesto]

Victor Hugo ha pubblicato le sue prime poesie all'età di 20 anni. Nel 1830, i sostenitori dello stile « classico » e i sostenitori dello stile « romantico » si scontrarono durante la prima rappresentazione del dramma Hernani di Hugo. Fu allora considerato come il capo del « romanticismo » e divenne una di personalità più importanti della letteratura.

Ha scritto romanzi, opere teatrali (drammi), raccolte di poesie.

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Fu eletto membro del Parlamento nel 1848. Dopo un colpo di stato, il Presidente della Repubblica francese Luigi Napoleone Bonaparte divenne imperatore (Napoleone III) nel 1852 e, per protestare contro l'imperatore, Hugo ha lasciato la Francia e ha vissuto in esilio con la sua famiglia (Bruxelles, Jersey, Guernsey). Tornò in Francia nel 1870, dopo la caduta dell'imperatore. È stato eletto senatore dal 1876 alla sua morte nel 1885.

Alcune opere[modifica | modifica wikitesto]

La "battaglia di Hernani", confronto tra i classici ed i romantici

Poesie[modifica | modifica wikitesto]

  • Odi (1822)
  • I canti del crepuscolo (1835)
  • Le voci interiori (1837)
  • Le contemplazioni (1856)
  • La legenda dei secoli (1859)

Theatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Hernani (1830)
  • Marion Delorme (1831)
  • Il re si diverte (1832)
  • Lucrezia Borgia (1833)
  • Maria Tudor (1833)
  • Ruy Blas (1838)

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • Notre-Dame-de-Paris (1831)
  • I miserabili (1862)