Venere di Milo

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Venere di Milo

La Venere di Milo è una statua in marmo alta 203 cm. La statua è stata ritrovata nell'isola greca di Milos nel 1820, e successivamente portata al Museo del Louvre dove si trova ancora adesso.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Venere di Milo è stata scolpita tra il 130 e il 100 a.C. da Alessandro di Antiochia, il cui nome era scritto nella base della statua. La base è andata perduta poco dopo il ritrovamento della statua.

Ritrovamento[modifica | modifica wikitesto]

La statua fu trovata l'8 aprile del 1820 da un contadino dell'isola di Milos, un ufficiale della marina francese ne riconobbe il valore, quindi l'ambasciatore francese, trattò l'acquisto della statua per conto della Francia. Nel 1821 la statua fu presentata al re Luigi XVIII di Francia, e quindi collocata nel Museo del Louvre dove è attualmente esposta.

Si pensa che la statua potesse far parte di un gruppo più grande che raffigurava il Giudizio di Paride, infatti alcuni frammenti di un avambraccio e di una mano recante una mela sono stati ritrovati vicino alla statua stessa.