Utente:Martinogicledro/Sandbox

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni

Questa è la mia brutta copia LA TONNELLATA La tonnellata è un' unità di misura di peso. Essa viene indicata con il simbolo t. Una tonnellata equivale a: 10 quintali 100 miriagrammi 1000 chili 10000 ettogrammi 100000 decagrammi 1000000 grammi 10000000 decigrammi 100000000 centigrammi 1000000000 milligrammi Attualmente questa unità di misura non si usa: al suo posto si utilizza il megagrammo. In ambito marinaro c' era la tonnellata di stazza, misura della capacità di carico di una nave. La sua unità di volume corrispondeva a 100 piedi cubi (2,832 metri cubi). La stazza rappresenta la somma dei volumi degli spazi interni, chiusi all' acqua, di una nave o di un galleggiante di qualsiasi tipo. La tonnellata di dislocamento indica il volume in metri cubi di acqua spostata da una nave. Il dislocamento equivale grosso modo alla massa della nave in tonnellate metriche. Nel mondo anglosassone, la tonnellata, detta ton, è una misura di massa che assume valori diversi nei vari paesi. Dal 1965 il Regno Unito introdusse le unità metriche, compresa la tonnellata, chiamata in inglese tonne o metric ton per distinguerla dall' unità di misura anglosassone. E' definita pari a 1016 chili. Negli Stati Uniti è definita pari a 907 chili. La tonnellata britannica è chiamata "tonnellata lunga", mentre quella statunitense è chiamata "tonnellata corta". Il Regno Unito usa raramente le tonnellate corte. La maggior parte dei paesi seguiva l' usanza britannica, ad eccezione del Canada che usava sia le tonnellate corte sia quelle lunghe. Attualmente, in quel paese si usano soprattutto le tonnellate metriche.


ADDIZIONE

L' addizione è una delle quattro operazioni fondamentali dell' aritmetica, insieme alla sottrazione, alla moltiplicazione e alla divisione. Esempio: se in un sacchetto abbiamo tre mele e in un altro sacchetto abbiamo due mele, mettendo insieme il contenuto dei due sacchetti avremo cinque mele. Questa osservazione è equivalente all' espressione matematica "3 + 2 = 5". L' addizione può essere definita anche su quantità più astratte, quali i numeri interi relativi, i numeri razionali, i numeri reali e i numeri complessi, e su altri oggetti matematici quali i vettori e le matrici. E' commutativa, ovvero cambiando l' ordine degli addendi il risultato non cambia. E' associativa, ovvero quando si sommano più di due numeri, il risultato è lo stesso indipendentemente dall' ordine in cui vengono effettuate le addizioni. Lo zero è l' elemento neutro dell' addizione, ovvero sommare zero ad un numero lascia quel numero invariato. I numeri nell' addizione sono detti addendi, e il risultato dell' addizione è la loro somma. Se gli addendi sono scritti individualmente, l' addizione è rappresentata dal carattere "+", che si interpone tra un numero e l' altro. La sequenza degli addendi e la loro somma si interpone il simbolo dell' uguaglianza "=". Per eseguire velocemente un' addizione fra numeri naturali, si allineano in colonna gli addendi, partendo dalla cifra delle unità a destra. Dopodiché si sommano le cifre di ciascuna colonna, da destra verso sinistra, e nell' eventualità che il risultato della somma su di una colonna sia maggiore o pari a dieci, si riportano le decine in eccesso come ulteriore addendo sulla colonna immediatamente a sinistra a quella appena calcolata. Ad esempio, nell' addizione 27 + 59,7 + 9 = 16, e la cifra 1 è il riporto.