Utente:Durent2003/Sandbox

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni

Esperimento: mettiamo una calamita sotto un cartoncino e sopra ad esso spargiamo un po' di limatura di ferro . Essa non avrà una disposizione casuale ma la limatura si disporrà su i due poli a formare dei semicerchi che rappresentano le linee di forza del campo magnetico terrestre. La calamita rappresenta l'asse terrestre e anche il nucleo perché è formata da ferro e nicel. Questo esperimento dimostra che sul nostro pianeta esiste un campo magnetico che però noi non vediamo ad occhi nudo. Queste linee di forza partono dal polo sud, circondano l'intero pianeta e rientrano al polo nord. Il campo magnetico terrestre ci difende dal vento solare che arriva direttamente dal Sole alla velocità della luce.Il vento solare è l'insieme di particelle che il Sole sprigiona. La maggior parte del vento solare viene bloccato dal campo magnetico terrestre ma una piccolissima parte di esso arriva ai poli e genera le così dette aurore polari (boreali e australi). Esse si creano perché le particelle di energia colpiscono i gas dell'atmosfera e li fanno brillare. La forma di questo campo magnetico però, non è perfetta ma la zona dove arriva il vento solare è più compatta rispetto all'altra che ha più una forma sferica. Affinché ci sia questo campo magnetico c'è bisogno di una fusione tra ferro e nicel che avviene nel nucleo della Terra dove il ferro e nicel a causa delle altissime temperature a posto che fondersi si solidificano e questo genera il nostro campo magnetico. Parlando della composizione della Terra, essa è divisa in tre zone principali che possono essere allo stato semi-liquido e solido. Esse sono:

-Crosta terrestre: decine di km sotto la superficie, è allo stato solido

-Mantello: materia allo stato semi-liquido dove c'è il magma, a migliaia di km sotto la superficie

-Nucleo: si trova al centro della Terra e al suo interno avviene la fusione tra ferro e nicel



TERRA[modifica | modifica wikitesto]

La Terra è un pianeta del sistema solare ed ha una forma un po' schiacciata ai poli. É divisa in tre zone principali:

POTEVI INDICARE IL TITOLO DEL PARAGRAFO: STRUTTURA INTERNA DELLA TERRA -Crosta terrestre: decine di km sotto la superficie, è allo stato solido

-Mantello: migliaia di km sotto la superficie dove si trova il magma

-Nucleo: centro della Terra dove avviene la fusione di ferro e nicel

POTEVI INDICARE IL TITOLO DEL PARAGRAFO: CAMPO MAGNETICO Questa fusione fa si che si generi il campo magnetico terrestre che serve a difendere la Terra dal vento solare. Le linee di forza del campo magnetico partono dal polo sud, circondano interamente la Terra e ricadono al polo nord. Avvolte però una piccolissima parte del vento solare passa nel campo magnetico ai poli e genera le aurore polari.

POTEVI INDICARE IL TITOLO DEL PARAGRAFO: RETICOLO GEOGRAFICO La Terra è stata divisa in paralleli e meridiani e questa divisione viene chiamata reticolo geografico. Il parallelo più importante è l'equatore mentre il meridiano fondamentale è quello di Greenwich.

POTEVI INDICARE IL TITOLO DEL PARAGRAFO: RETICOLO GEOGRAFICO La Terra si muove nello spazio e compie due movimenti: il movimento di rotazione e il movimento di rivoluzione. IL moto di rotazione avviene intorno al proprio asse terrestre, da ovest verso est ed è per questo motivo che noi vediamo sorgere il Sole ad est e tramontare ad ovest. Questo movimento è anche la causa dell'alternarsi del dì e della notte visto che la Terra gira su se stessa e tutte le parti non saranno mai contemporaneamente illuminate questo si chiama circolo di illuminazione. Questo fenomeno avviene in circa ventiquattro ore. Il moto di rivoluzione invece avviene in un orbita ellittica il cui Sole occupa uno dei due fuochi, avviene in circa un anno e durante questo lasso di tempo avviene il fenomeno dell'alternarsi delle stagioni. Gli scienziati individuano quattro posizioni fondamentali dette "stagioni astronomiche" che sono: l'equinozio di primavera (21 marzo), solstizio d'estate (21 giugno), equinozio d'autunno (23 settembre) e il solstizio d'inverno (22 dicembre). Un altro fenomeno che avviene sulla Terra sono le maree che però sono condizionate da un altro pianeta: la Luna.

LUNA[modifica | modifica wikitesto]

La Luna è l'unico satellite naturale della Terra ed è stato raggiunto per la prima volta nel 1969. Si è formato miliardi di anni fa dall' aggregamento di detriti dopo l'impatto della Terra con un altro pianeta grande come Marte e questa teoria è detta "Big Spleash". Gli effetti della Luna sulla Terra sono due: l'alternarsi dell'alta e della bassa marea visto che la forza di gravità della Luna attira le enormi masse d'acqua terrestri anche se la forza di gravità della luna è un sesto rispetto a quella della Terra. L'altro effetto è il rallentamento del moto di rivoluzione della Terra sempre a causa della forza di gravità della Luna. La luna compie tre movimenti: movimento di rotazione attorno al proprio asse, rivoluzione intorno alla Terra e traslazione insieme alla Terra intorno al Sole.