Urano (astronomia)

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Questo articolo è una bozza sull'argomento "astronomia", modificalo


bussola DisambiguazioneSe cercavi altri significati del termine, oppure cercavi un'altra persona, vedi la pagina Urano
Urano fotografato dalla sonda Voyager 2 nel 1986

Urano è il settimo pianeta del sistema solare per vicinanza dal Sole.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Venne scoperto il 13 marzo 1781 da William Herschel. Nel 1986 la sonda Voyager 2 mostrò Urano come un pianeta senza alcun segno distintivo sulla sua superficie, senza le bande e tempeste tipiche degli altri giganti gassosi. Tuttavia, osservazioni successive condotte dalla Terra, hanno mostrato delle evidenze di cambiamenti legati alle stagioni.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La composizione chimica di Urano è simile a quella di Nettuno. Gli astronomi talvolta preferiscono riferirsi a questi due pianeti trattandoli come una classe separata: i "giganti ghiacciati". L'atmosfera del pianeta contiene una proporzione elevata di "ghiacci", come l'acqua, l'ammoniaca e il metano, assieme a tracce di idrocarburi. Quella di Urano è anche l'atmosfera più fredda del sistema solare. Una delle caratteristiche più insolite del pianeta è l'orientamento del suo asse di rotazione. Tutti gli altri pianeti hanno il proprio asse quasi perpendicolare al piano dell'orbita, mentre quello di Urano è quasi parallelo. Ruota quindi mantenendo uno dei suoi poli verso il Sole. Inoltre, poiché l'asse è inclinato di poco più di 90°, la rotazione è retrograda: Urano ruota nel verso opposto rispetto a quello di tutti gli altri pianeti del sistema solare (eccetto Venere). Urano possiede un sistema di anelli simile a quello di Saturno, ma molto più sottile e meno visibile.