Vespasiano

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
(Reindirizzamento da Tito Flavio Vespasiano)
Vespasiano

Vespasianus01 pushkin edit.png

Nome
Cognome
Sesso
Luogo di nascita
Data di nascita
Luogo di morte
Data di morte
Attività
Tito Flavio Vespasiano

M
Cittareale
17 novembre 9
Cotilia
23 guigno 79
imperatore del Empero Romano.

Tito Flavio Vespasiano (in latino Titus Flavius Vespasianus), conosciuto come Vespasiano, è stato un imperatore dell'Impero Romano. Regnò dal 69 d.C. al 79 d.C. Fu il primo imperatore della dinastia flavia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Vespasiano è nato in una famiglia della classe media: suo nonno era centurione, e suo padre pubblicano. Sposò Flavia Domitilla; ebbero due figli, i futuri imperatori Tito e Domiziano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Vespasiano fu tribuno militare in Tracia, questore, edile, pretore e, dal 43 al 47, il comandante dell'esercito per conquistare la Bretagna (l'attuale Gran Bretagna). Divenne console nel 51, poi fu nominato governatore dell'Africa. Nel 67, l'imperatore Nerone lo nominò governatore della Giudea e lo istruì a porre fine alla rivolta degli Ebrei. Vespasiano riprende la regione di Galileo, poi le città di Gerico e Emmaus.

Nerone si suicidò a Roma nel 68; è stato seguito dai regni corti di Galba e di Otone. In 69, Vitellio è stato proclamato imperatore dai suoi soldati e, da sua parte, Vespasiano è anche stato proclamato imperatore dal suo esercito. L'esercito di Vespasiano sconfisse l'esercito di Vitellio, che fu ucciso. Vespasiano diede il comando dell'esercito di Giudea a suo figlio Tito e giunse a Roma nel 70.

Imperatore[modifica | modifica wikitesto]

Il Colosseo

La guerra di Giudea terminò nel 74, quando i Romani presero la fortezza di Masada, dove gli ultimi combattenti della resistenza ebraica erano profughi; gli Ebrei si suicidarono piuttosto che cadere nelle mani dei loro nemici.

L'imperatore Vespasiano cercò di ristabilire le finanze e creò nuove tasse (ad esempio, ha creato una tassa sulle gabinetti pubblici romani). Era un grande costruttore: durante il suo regno ha iniziato la costruzione di Colosseo, completato nel 80; ha ricostruito il Campidoglio e ha costruito molti templi.

Vespasiano designò suo figlio Tito come suo successore, lo nominò capo della guardia pretoriana, e più volte console durante il suo regno. Tito divenne imperatore dopo la morte del padre nel 79.

Cronostoria[modifica | modifica wikitesto]


(fr) Fonte : Questo articolo è tradotto parzialmente o interamente dall'articolo lingua francese: « Vespasien ».