Le associazioni Vikidia e Wikimedia Francia hanno bisogno di te!
Le associazioni Vikidia e Wikimedia Francia hanno bisogno del tuo aiuto per partecipare a un sondaggio sui contributori e sui lettori di Vikidia. Ti basteranno solo 10 minuti e ci permetteranno di conoscervi meglio e migliorare l'enciclopedia.
Hai tempo dal 12 luglio al 30 settembre per rispondere. Ti ringraziamo in anticipo!

Link al sondaggio (in lingua francese)

Terbio

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Terbio
Aspetto dell'elemento
Terbio allo stato solido
Dati fisico/chimici
Gadolinio ← Terbio → Disprosio
Numero atomico 65
Simbolo Tb
Temperatura di fusione 1 356 °C
Temperatura di ebollizione 3 230 °C
Anno della scoperta 1843
Scopritore Carl Gustav Mosander


Carateristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il terbio è un metallo grigio-argenteo appartenente al gruppo delle terre rare; è malleabile, duttile e tenero a sufficienza da poter essere tagliato con un coltello. Abbastanza stabile all'aria, esiste in due forme cristalline; la temperatura di transizione tra esse è di 1289 °C. Il terbio non si trova mai in natura come elemento puro, ma contenuto in molti minerali, come la cerite, la gadolinite, la monazite.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Scoperto da Carl Gustav Mosander nel 1843 come una impurità nell'ossido di ittrio

Isotopi[modifica | modifica wikitesto]

Il terbio naturale è composto da un solo isotopo stabile, il 159Tb. Sono stati descritti altri 33 radioisotopi del terbio, di cui il più stabile (158Tb) Tutti gli altri isotopi sono molto radioattivi, Questo elemento ha anche 18 stati metastabili.

Utilizzi[modifica | modifica wikitesto]

Il terbio è usato per drogare il fluoruro di calcio, il tungstato di calcio ed il molibdato di stronzio, materiali usati nella realizzazione di transistor ed altri componenti elettronici, nonché insieme all'ossido di zirconio come stabilizzante delle celle a combustibile che operano ad alta temperatura.

Composti[modifica | modifica wikitesto]

I composti del terbio comprendono:

  • Fluoruri
    1. TbF3
    2. TbF4
  • Cloruri
    1. TbCl3
  • Bromuri
    1. TbBr3
  • Ioduri
    1. TbI3
  • Ossidi
    1. Tb2O3
    2. Tb4O7
  • Solfuri
    1. Tb2S3
  • Nitruri
    1. TbN

Precauzioni[modifica | modifica wikitesto]

Come per tutti gli altri lantanoidi, il terbio e i suoi composti hanno tossicità bassa o moderata, sebbene tale tossicità non sia stata studiata approfonditamente. Il terbio non ha alcun ruolo biologico noto.