Telefono

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Questo articolo è una bozza sull'argomento "tecnologia", modificalo
Telefono a fili
Cellulare moderno

Il telefono è ormai una delle cose più utilizzate per intrattenersi, chiamare, messaggiare.

Ci sono vari tipi di marche di telefono tra i quali:"Apple, Samsung, LG,Huawei, Microsoft, Landvo,Wiko". Il primo telefono "a fili" è stato inventato da Martin Cooper, che fece la prima chiamata il 3 Aprile 1973. Il telefono è composto da un microfono e un ricevitore che permette di parlare e ascoltare con una persona a distanza.

Tipi di telefono[modifica | modifica wikitesto]

Ci sono vari tipi di telefono:

  • Telefono meccanico
  • Telefono elettronico
  • Radio telefono
  • Telefono ottico
  • Telefono fisso
  • Telefono a fili
  • Telefono veicolare
  • Telefono cellulare satellitare

Storia del primo telefono[modifica | modifica wikitesto]

Antonio Meucci è l'inventore del telefono.

Meucci descrive il suo telefono[modifica | modifica wikitesto]

Meucci descrive il suo primo telefono in questo modo: "Consiste in un diaframma vibrante e in un magnete elettrizzato da un filo a spirale che lo avvolge. Vibrando, il diaframma altera la corrente del magnete. Queste alterazioni di corrente, trasmesse all'altro capo del filo, imprimono analoghe vibrazioni al diaframma ricevente e riproducono la parola.

Spiegazione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo telefono costruito da Antonio Meucci è composto da una membrana vibrante e da un'elettrocalamita.

Come funziona[modifica | modifica wikitesto]

Quando la voce entra nell'apparecchio, provoca dei colpi che fanno vibrare la membrana modificando il campo magnetico del circuito. Questo processo genera una piccola quantità di corrente che viene trasmessa via cavo elettrico all'apparecchio ricevente facendo vibrare la membrana e generando così nuovamente onde sonore. In questo modo si riescono a sentire le parole originali.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. Da una lezione di scienze della prof. Malpaga

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]