Tasso (albero)

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Wiki2map logo.svg
Leggi come una mappa mentale


bussola DisambiguazioneSe cercavi altri significati del termine, oppure cercavi un'altra persona, vedi la pagina Tasso
Taxus baccata

Il tasso è un genere della famiglia delle Taxaceae. Ha un portamento arboreo. La sua altezza può raggiungere i 15-20 metri, nei nostri boschi in trentino 5-6 metri. Il tronco è tozzo e ramoso fin dalla base. La chioma è piramidale, espansa di colore verde cupo; il legno: è privo di resina, liscio e pesante, durevole, con anelli molto sottili, durame rosso e alburno. Le foglie sono aghiformi, lineari, lunghe 1,5-2,5 cm appuntite ma non pungenti, verdi scure e brillanti, più brillanti di sopra e più scure di sotto. I fiori maschili sono molto numerosi, a grappoli (amenti), gialli. (producono il polline che impollina i fiori femminili) i fiori femminili sono verdi, singoli. I fiori maschili e femminili sono portati da piante diverse. Fiorisce in gennaio-aprile. II frutto è l'arillo, rosso quando è maturo, ha forma di coppa, contiene un seme nero. la polpa è dolce ed è l' unica parte non velenosa della pianta, l'arillo è molle. Ha radici robuste ma poco profonde, composte da un unico fittone che scende in profondità, presentando poi delle ramificazioni che si allargano e fissano saldamente l' albero a terra, garantendo la crescita anche in terreni aridi.

Bacche rosse del tasso

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Sempreverde

Nome scientifico Taxus baccata L.

Nome dialettale Dialetto trentino:Tas

Famiglia Taxacee

Ambiente[modifica | modifica wikitesto]

Vive fino a 1000 mslm in boschi ombrosi di latifoglie tipica pianta di forra, presente nelle formazioni forestali miste. Dove vive

Ha bisogno per crescere un terreno calcareo e fresco.

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Il legno è impiegato per lavori di tornio ed ebanisteria. Si ricorda che tutte le parti della pianta (foglie, corteccia, legno e semi) sono velenose e potenzialmente mortali, per questo la pianta viene detta " albero della morte" fa eccezione la polpa del arillo che è commestibile e dolce.

tronco di tasso

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Nuovo atlante degli alberi d'Italia (Antonio Testi)-(Demetra)
  • La nostra flora (Giuseppe dalla fior)-(G.B. Monauni-Trento)
  • Intervista al custode forestale Serafini Andrea

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • www.pianteinviaggio.it
  • www.ilgustodellanatura-blog.blogspot.it