Le associazioni Vikidia e Wikimedia Francia hanno bisogno di te!
Le associazioni Vikidia e Wikimedia Francia hanno bisogno del tuo aiuto per partecipare a un sondaggio sui contributori e sui lettori di Vikidia. Ti basteranno solo 10 minuti e ci permetteranno di conoscervi meglio e migliorare l'enciclopedia.
Hai tempo dal 12 luglio al 30 settembre per rispondere. Ti ringraziamo in anticipo!

Link al sondaggio (in lingua francese)

Tantalio

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Tantalio
Aspetto dell'elemento
Tantalo allo stato solido
Dati fisico/chimici
Afnio ← Tantalio → Tungsteno
Numero atomico 73
Simbolo Ta
Temperatura di fusione 3 020 °C
Temperatura di ebollizione 5 458 °C
Anno della scoperta 1802
Scopritore Anders Gustav Ekeberg



Wiki2map logo.svg
Leggi come una mappa mentale

CARATTERISTICHE

Il tantalio è l'elemento chimico di numero atomico 73 e il suo simbolo è Ta. È un metallo di transizione duro e duttile, lucido, di colore blu-grigio, molto resistente alla corrosione, soprattutto all'attacco degli acidi, ed è un buon conduttore di calore ed elettricità.

STORIA

Il tantalio (dal greco antico Tantalos) fu scoperto in Svezia nel 1802 da Anders Ekeberg e isolato nel 1824 circa da Jöns Berzelius. I primi ricercatori furono capaci soltanto di isolare il metallo impuro: il primo tantalio metallico relativamente puro e duttile fu prodotto da Werner von Bolton nel 1903.

PROPRIETA' CHIMICHE

Raggio atomico (calc.) Il tantalio è l'elemento chimico di numero atomico 73 e il suo simbolo è Ta. È un metallo di transizione duro e duttile, lucido, di colore blu-grigio, molto resistente alla corrosione, soprattutto all'attacco degli acidi, ed è un buon conduttore di calore ed elettricità.

DOVE VIENE USATO

Il tantalio viene utilizzato per la preparazione di impianti chimici grazie alla sua elevata resistenza alla corrosione. In medicina si utilizza in componenti protesiche di anca, ginocchio e spalla.Tavola periodica magnesio

Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

Precedentemente conosciuto come tantalio, il suo nome deriva da Tantalo, un eroe della mitologia greca. ... Il tantalio, sempre insieme con niobio chimicamente simile, si verifica nel minerali tantalite, columbite e coltan.


Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il tantalio (dal greco antico Tantalos) fu scoperto in Svezia nel 1802 da Anders Ekeberg e isolato nel 1824 circa da Jöns Berzelius.[3] Molti chimici del tempo pensavano che il niobio e il tantalio fossero lo stesso elemento: questa opinione venne confutata nel 1844 e nel 1866, quando i ricercatori dimostrarono che l'acido niobico e l'acido tantalico erano due composti diversi.

I primi ricercatori furono capaci soltanto di isolare il metallo impuro:


Caratteristiche Fisiche[modifica | modifica wikitesto]

È un metallo di transizione duro e duttile, lucido, di colore blu-grigio, molto resistente alla corrosione, soprattutto all'attacco degli acidi.


Caratteristiche Chimiche[modifica | modifica wikitesto]

è un buon conduttore di calore ed elettricità.

Tantalum single crystal and 1cm3 cube

Composti del Tantalio[modifica | modifica wikitesto]

Questa categoria contiene le 3 pagine indicate di seguito, su un totale di 3.

C= Cloruro di tantalio

F= Fluoruro di tantalio

O= Ossido di tantalio


Usi[modifica | modifica wikitesto]

si usa in strumenti chirurgici, negli impianti di protesi intracorporee, perché non reagisce con i fluidi del corpo, ma anche nella realizzazione di condensatori di ridotte dimensioni per il mondo dell'elettronica di consumo e la telefonia mobile. Viene inoltre utilizzato nell'alta orologeria per la produzione di casse per orologi da polso


Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

È un metallo di transizione duro e duttile, lucido, di colore blu-grigio, molto resistente alla corrosione, soprattutto all'attacco degli acidi, ed è un buon conduttore di calore ed elettricità.


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Wikipedia Enciclopedia Treccani