Suolo

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni

Il suolo è il sottile strato di materia che ricopre la superficie terrestre.

Composizione del suolo[modifica | modifica wikitesto]

Profilo di suolo A, B, and C rappresentano tre orizzonti riconoscibili nella sezione di un suolo

L'accumularsi delle rocce sempre più fine, trasportate da vento e acqua, hanno ricoperto con uno strato di materia friabile le terre emerse. In un suolo naturale, ad esempio, quello di un bosco, lo strato superficiale è la lettiera, formata da resti di animali e piante decomposte o morte. Al di sotto della lettiera c’è la lettiera in decomposizione, dove i detriti si degradano trasformandosi in sostanze più semplici. Ancora più in basso lo strato di humus, terriccio formato da materiale organico già decomposto, mescolato al terreno vero e proprio. La zona attiva, cioè quella che consente la vita, è formata dal Humus; mentre, la zona inerte, divisa a sua volta in: strato minerale, sottosuolo e roccia madre.

Caratteristiche chimiche del suolo[modifica | modifica wikitesto]

Il suolo presenta caratteristiche chimiche diverse:

  • Calcareo: formato da roccia madre calcarea, cioè contenente carbonato di calcio, composto chimico presente anche nei gusci delle uova e nello scheletro di vari tipi di animali.
  • Siliceo: deriva da roccia madre contenente silice,minerale duro, molto frequente nella crosta terrestre.

I terreni argillosi e quelli sabbiosi sono sempre silicei. Nei terreni agricoli l'uomo modifica la chimica del suolo utilizzando i concimi.

Caratteristiche fisiche del suolo[modifica | modifica wikitesto]

  • Porosità: è la capacità di una sostanza di assorbire dei liquidi.
  • Permeabilità: capacità del suolo di farsi attraversare da liquidi.

Ogni terreno se è permeabile è anche poroso e viceversa. Da tali proprietà, porosità e permeabilità, dipende la vita dei vegetali.

Come si forma il suolo[modifica | modifica wikitesto]

Il suolo si forma attraverso lunghi e continui processi di alterazione della roccia madre dovuti all’azione dell’aria, dell’acqua, del calore e degli organismi. La tessitura è la composizione del terreno in base alla percentuale dei componenti solidi (sabbia, argilla, limo)

Componenti solide buon terreno a rischio di ristagno buon terreno idrico
Sabbia 50% 40% 30%
Limo 25% 30% 35%
Argilla 25% 30% 35%

                  

Come si fa a capire di che terreno si tratta?[modifica | modifica wikitesto]

Per trovare la percentuale in un terreno di ghiaia, prendo un setaccio di 2mm, il terreno che rimane sopra il setaccio sarà ghiaia mentre quello sotto sarà sabbia, limo e argilla.

Stessa cosa per la sabbia, però cambia la dimensione del setaccio.

Infatti siccome il diametro maggiore della sabbia è 0,05mm, prendo un setaccio della dimensione giusta e quello che rimarrà sopra sarà sabbia e il terreno sotto sarà argilla e limo.

Mentre per trovare il limo e l'argilla, basta prendere un setaccio di 0,02 mm e il terreno che rimane sopra sarà limo, mentre il terreno sotto argilla.

Qua sotto riporto i diametri di ghiaia,sabbia, limo e argilla:

  • Ghiaia=2mm
  • Sabbia=0,05mm
  • Limo=0,02mm

L'argilla è la più piccola di tutti.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Queste informazioni le ho prese dal mio quaderno degli appunti di scienze 2017/2018.