Le associazioni Vikidia e Wikimedia Francia hanno bisogno di te!
Le associazioni Vikidia e Wikimedia Francia hanno bisogno del tuo aiuto per partecipare a un sondaggio sui contributori e sui lettori di Vikidia. Ti basteranno solo 10 minuti e ci permetteranno di conoscervi meglio e migliorare l'enciclopedia.
Hai tempo dal 12 luglio al 30 settembre per rispondere. Ti ringraziamo in anticipo!

Link al sondaggio (in lingua francese)

Sodio

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Wiki2map logo.svg
Leggi come una mappa mentale

Il sodio è l'elemento chimico che ha simbolo è Na e numero atomico 11. È un metallo alcalino ed è il secondo elemento del primo gruppo della tavola periodica. Il suo simbolo deriva dalle iniziali del termine arabo natron utilizzato dagli alchimisti per indicare la soda. È stato isolato per la prima volta da H. Davy nel 1807, facendo passare corrente elettrica attraverso soda (carbonato di sodio) allo stato fuso.

Sodio
Aspetto dell'elemento
bianco argenteo
Dati fisico/chimici
Neon ← Sodio → Magnesio
Numero atomico 11
Simbolo Na
Temperatura di fusione 97,79 °C
Temperatura di ebollizione 882,8 °C
Anno della scoperta 1807
Scopritore Humphry Davy


Caratteristiche fisiche[modifica | modifica wikitesto]

  • Il sodio è un metallo grigiastro (bianco-argento)
  • Si trova nel gruppo 1,quindi è un metallo alcalino, e nel periodo 3 della tavola periodica
  • La temperatura di fusione è 97,8 °C e allo stato fuso assomiglia al mercurio
  • La temperatura di ebollizione è 881,4 °C
  • La densità è 0,97 g/cm³

Caratteristiche chimiche[modifica | modifica wikitesto]

Viene conservato sotto petrolio o olio di paraffina perché in presenza di umidità atmosferica reagisce velocemente formando idrossido di sodio. Il sodio si infiamma facilmente all'aria e per lo spegnimento sono utilizzabili solo gli estintori a secco.

Dove si trova in natura[modifica | modifica wikitesto]

ll sodio non è presente in natura allo stato elementare. Ce n'è molto sulla Terra, è al settimo posto nella scala delle abbondanze degli elementi e la percentuale nella crosta terrestre è il 2,6%. È particolarmente diffuso come NaCl (cloruro di sodio) in forma di minerale salgemma dai tipici cristalli cubici o disciolto nel mare (gli oceani contengono in media il 3% di NaCl disciolto). Il sodio è inoltre un costituente di molti silicati ed è combinato anche in forma di carbonato, nitrato (nitro del Cile) e solfato. Lo ione sodio Na+ si trova in tutti gli esseri viventi ed è presente nel sangue, nei liquidi extracellulari e nelle cellule.

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Il principale impiego del sodio (sotto forma di lega con il piombo) era la produzione di piombotetraetile usato come antidetonante nelle benzine. È utilizzato per la produzione di medicinali, saponi, vetri, ceramiche, carta.

Sicurezza[modifica | modifica wikitesto]

È esplosivo a contatto con l'acqua e corrosivo a contatto con la pelle.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Alberto Bargellini, Chimica Società Ambiente, Milano, Carlo Signorelli Editore, 1998, ISBN 88-434-0226-9.

Hans Breuer, Atlante di Chimica, Munchen, Hoepli, 1996, ISBN 88-203-1971-3

Vedi anche[modifica | modifica wikitesto]