Le associazioni Vikidia e Wikimedia Francia hanno bisogno di te!
Le associazioni Vikidia e Wikimedia Francia hanno bisogno del tuo aiuto per partecipare a un sondaggio sui contributori e sui lettori di Vikidia. Ti basteranno solo 10 minuti e ci permetteranno di conoscervi meglio e migliorare l'enciclopedia.
Hai tempo dal 12 luglio al 30 settembre per rispondere. Ti ringraziamo in anticipo!

Link al sondaggio (in lingua francese)

Situazione linguistica del Trentino

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Wiki2map logo.svg
Leggi come una mappa mentale

Nella Provincia autonoma di Trento, oltre alla lingua italiana, sono parlate altre tre lingue: Il ladino, riconosciuto dallo Stato, il veneto e il lombardo, non riconosciute dallo Stato.

Lombardo[modifica | modifica wikitesto]

Il dialetto trentino occidentale è un dialetto lombardo orientale molto conservativo, che ad esempio, come il friulano, conserva i nessi "pl" e "fl" in parole come "pioggia" e "fiore", che dunque in trentino occidentale saranno "ploeuva" e "flor". Il lombardo puro è parlato in una piccola area vicina alla Lombardia, ma anticamente si parlava fino a Trento, e pertanto i dialetti veneti parlati dalla Lombardofonia trentina a Trento sono fortemente lombardizzati.

Veneto[modifica | modifica wikitesto]

La lingua veneta è parlata a Trento e nel Trentino orientale. Per via delle forti influenze lombarde e della lontananza da Venezia questo dialetto conserva forti tratti galloitalici.

Ladino[modifica | modifica wikitesto]

La lingua ladina è parlata in val di Fassa, oltre che in due valli della confinante provincia di Bolzano ed altre due in provincia di Belluno; è tutelata dallo Stato, che offre scuole e uffici pubblici in lingua ladina. Spesso viene aggiunto al ladino il dialetto nonese, nonostante la sua dubbia classificazione.