Siria

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni


bussola DisambiguazioneSe cercavi altri significati del termine, oppure cercavi un'altra persona, vedi la pagina Siria (disambigua)
Wiki2map logo.svg
Leggi come una mappa mentale
Siria
Siria – Bandiera Siria - Stemma
(dettagli) (dettagli)
وحدة، حرية، اشتراكية (Waḥdah, Ḥurrīyah, Ishtirākīyah)
Unità, Libertà, Socialismo
Siria - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome completo Repubblica Araba di Siria
Nome ufficiale الجمهوريّة العربيّة السّوريّة
al-Jumhūriyya al-ʿArabiyya al-Sūriyya
Lingue ufficiali Arabo
Altre lingue Curdo, turco, armeno, aramaico, cabardo, adighè
Capitale Damasco  (2 079 000 ab. / 2019)
Politica
Forma di governo Repubblica semipresidenziale socialista araba
Presidente Bashar al-Assad
Primo ministro Hussein Arnous
Indipendenza 1946
Ingresso nell'ONU 24 ottobre 1945
Superficie
Totale 185 180 km² (86°º)
% delle acque 1,1%
Popolazione
Totale 17 500 657 ab. (2020) (66°º)
Densità 118,3 ab./km² (70°º)
Tasso di crescita −0,28%
Nome degli abitanti siriani
Geografia
Continente Asia
Confini Turchia, Iraq, Giordania, Israele e Libano
Fuso orario UTC+2
Economia
Valuta Lira siriana
PIL 2 460 milioni di $ (2014) (167°º)
Reddito pro capite 831 $ (2014) (172°º)
ISU (2018) 0?549 (154°º)
Varie
Dominio internet .sy, سوريا.
Prefisso telefonico +963
Sigla automobilistica SYR
Inno nazionale Ḥumāt al-Diyār
Festa nazionale 17 aprile (Giorno dell'indipendenza)
Siria - Mappa
Evoluzione storica
Stato precedente Flag of the French Mandate of Syria (1920).svg Mandato francese della Siria e del Libano
 

La Siria (in arabo: سوريا‎, Sūriya; ufficialmente Repubblica Araba di Siria, in arabo: الجمهوريّة العربيّة السّوريّة, al-Jumhūriyya al-ʿArabiyya al-Sūriyya) è uno Stato dell'Asia occidentale. Ha una superficie di 185 180 km² e conta 17 500 657 abitanti.

Storia[1][modifica | modifica wikitesto]

Antichità[modifica | modifica wikitesto]

La Siria, parte della Mezzaluna fertile, della Mesopotamia e del Medio Oriente, ha ospitato alcune delle più antiche civiltà conosciute, come ad esempio l'Assiria.

Sotto l'Impero macedone[modifica | modifica wikitesto]

La Siria venne invasa dall'Impero macedone nel 333 a.C. da Alessandro Magno. La Siria, nel 64 a.C., venne successivamente conquistata da Gneo Pompeo Magno, console romano.

Sotto l'Impero romano e bizantino[modifica | modifica wikitesto]

Sotto l'Impero romano la Siria godette di un periodo di prosperità da tutti i punti di vista, anche se talvolta venne turbata da numerosi attacchi, soprattutto dalla Persia.

Sotto l'Impero bizantino i persiani riuscirono ad invadere la Siria, ma nel 629 venne liberata da Eraclio, uno degli imperatori bizantini.

Sotto i califfati[modifica | modifica wikitesto]

Dopo 9 anni di dominio bizantino, la Siria venne conquistata dal califfato omayyade nel 638. La Siria divenne la zona più importante del califfato. Dopo un secolo, la Siria passò al califfato Abbaside. Sotto il califfato Abbaside, la Siria perse importanza. Dopo trent'anni, nell'883, la Siria passò in mano al califfato d'Egitto.

Le crociate[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ultimo anno della prima crociata, ovvero il 1099, la Siria passò ai crociati. Durante il dominio crociato la Siria venne divisa in vari principati. I crociati dominarono la Siria fino al 1291, quando vennero sconfitti dagli egiziani che governarono questi territori fino al 1516, fin quando l'imperatore ottomano Selim I, ad Aleppo, sconfisse gli egiziani.

Sotto l'Impero ottomano[modifica | modifica wikitesto]

Gli ottomani occuparono e governarono il paese per più di quattro secoli, dal 1516 al 1918. Durante il periodo di dominazione ottomana, la Siria ebbe un degrado sia economico che spirituale.

XX secolo[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il 1918 viene creato un regno indipendente. Poco dopo, la Francia occupa il Paese: è il periodo del Mandato francese, dal 1920 al 1946.

Hashim al-'Atassi divenne allora il primo presidente della Repubblica Siriana. Il Paese ha vissuto una grande instabilità politica fino a quando, per qualche tempo, a seguito della crisi di Suez, il presidente egiziano Nasser ha unito Egitto e Siria in un unico Stato, sotto il nome di Repubblica Araba Unita.

Dopo un nuovo periodo di instabilità, il presidente Amin al-Hafez promulgò una costituzione temporanea nel maggio 1964. Poi, il 13 novembre 1970, il ministro della Difesa Hafez al-Assad fece un colpo di Stato e installò il suo potere, che mantenne fino alla sua morte nel 2000.

Suo figlio Bashar al-Assad gli è succeduto nel luglio 2000, esprimendo il desiderio di liberalizzare il Paese, pur mantenendo un forte esercito.

Dal 2011 la Siria è afflitta dalla guerra civile, con i ribelli che cercano di rovesciare il regime.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

La Siria è costituita da un altipiano calcareo molto arido, da una costa mediterranea di 180 km e da una doppia catena montuosa. I due fiumi più grandi della Siria sono l'Oronte, che ha origine in Libano, e l'Eufrate, che ha origine in Turchia. L'Eufrate bagna le città siriane di Rakka e Deir el-Zor e poi arriva fino in Iraq.

La Siria confina a nord con la Turchia, ad est e sud-est con l'Iraq; a sud, invece, confina con la Giordania. Per un breve tratto, a sud-ovest, confina con l'Israele. Infine, ad ovest, confina con il Libano ed è bagnata, più a nord, dal mar Mediterraneo.

Popolazione[modifica | modifica wikitesto]

  • maschile singolare: siriano
  • femminile singolare: siriana
  • maschile plurale: siriani
  • femminile plurale: siriane

Etnie[modifica | modifica wikitesto]

Gli arabi rappresentano circa il 74% della popolazione. I curdi invece rappresentano il 9-10% della popolazione. Come terzo gruppo etnico vi sono 3,5 milioni di turcomanni siriani, invece, come quarto gruppo etnico vi sono gli assiri, che rappresentano il 3-4% della popolazione. Il quinto gruppo etnico sono i circassi. Gli armeni, sesto gruppo etnico, rappresentano l'1% degli abitanti.

Altre minori gruppi etnici sono gli albanesi, bosniaci, georgiani, greci, persiani, pashtun e russi.

Lingue[modifica | modifica wikitesto]

La lingua ufficiale della Siria è l'arabo, anche se ci sono altre lingue parlate, come il curdo, il turco, l'armeno, l'adighè, l'aramaico ed il cabardo. Nelle scuole vengono insegnate sia la lingua inglese che la lingua francese.

Religioni[modifica | modifica wikitesto]

La maggiore religione in Siria è l'islam, praticato dall'87% della popolazione. Il 71% dei musulmani sono sunniti ed il 16% sono sciiti. Il cristianesimo è la seconda religione più praticata in Siria, con 2,5 milioni di fedeli. La metà di essi sono ortodossi ed il resto sono o cattolici o di altre chiese minori. 15 000 abitanti sono di fede yazidita.

L'ebraismo è la religione meno praticata in Siria, con solo qualche decina di fedeli.

Comuni più popolosi della Siria[modifica | modifica wikitesto]

# Comune Governatorato Distretto Sottodistretto Abitanti
1 Damasco Damasco
Non presente
1 580 909
2 Aleppo Aleppo Jabal Sam'an Jabal Sam'an 1 626 218
3 Homs Homs Homs Homs 798 781
4 Ḥamā Ḥamā Ḥamā Ḥamā 477 812
5 Laodicea Laodicea Laodicea Laodicea 347 026
6 Dayru z-Zūr Dayru z-Zūr Dayru z-Zūr Dayru z-Zūr 252 588
7 al-Raqqa al-Raqqa al-Raqqa al-Raqqa 182 394
8 al-Bāb Aleppo al-Bāb al-Bāb 137 565
9 Idlib Idlib Idlib Idlib 135 619
10 Dūmā Rif di Damasco Dūmā Dūmā 114 761
11 al-Safīra Aleppo al-Safīra al-Safīra 100 980
12 Salamīya Ḥamā Salamīya Salamīya 98 595
13 al-Ḥajar al-Aswad Rif di Damasco Dārayā Al-Ḥajar al-Aswad 92 267
14 Ṭarṭūs Ṭarṭūs Ṭarṭūs Ṭarṭūs 91 269
15 al-Thawra al-Raqqa al-Thawra al-Thawra 89 815
16 al-Qāmishlī al-Ḥasaka al-Qāmishlī al-Qāmishlī 86 129
17 al-Ḥasaka al-Ḥasaka al-Ḥasaka al-Ḥasaka 81 809
18 Maʿarrat al-Nuʿmān Idlib Maʿarrat al-Nuʿmān Maʿarrat al-Nuʿmān 77 433
19 Darʿā Darʿā Darʿā Darʿā 73 523
20 Dārayā Rif di Damasco Dārayā Dārayā 73 362
21 Manbij Aleppo Manbij Manbij 70 346
22 Jabla Laodicea Jabla Jabla 68 368
23 Aʿzāz Aleppo Aʿzāz Aʿzāz 60 737
24 as-Suwaydā’ as-Suwaydā’ as-Suwaydā’ as-Suwaydā’ 60 533
25 Abū Kamāl Dayru z-Zūr Abū Kamāl Abū Kamāl 60 505

Ordinamento dello Stato[modifica | modifica wikitesto]

Suddivisioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

La Siria è divisa in 14 governatorati, chiamati muḥāfaẓāt. I governatorati sono divisi in distretti, chiamati manātiq. In totale ci sono 60 distretti. A loro volta i distretti sono divisi in sottodistretti, chamati nawaḥi. In totale si contano 206 sottodistretti.

Governatorati[modifica | modifica wikitesto]

Wikisaurus.svg Per approfondire vedi la pagina: Governatorati della Siria.

Syrnumbered.png

I governatorati della Siria sono:

  1. Governatorato di Damasco
  2. Governatorato del Rif di Damasco
  3. Governatorato di Qunayṭra
  4. Governatorato di Darʿā
  5. Governatorato di as-Suwaydāʾ
  6. Governatorato di Homs
  7. Governatorato di Ṭarṭūs
  8. Governatorato di Laodicea
  9. Governatorato di Ḥamā
  10. Governatorato di Idlib
  11. Governatorato di Aleppo
  12. Governatorato di al-Raqqa
  13. Governatorato di Dayru z-Zūr
  14. Governatorato di al-Ḥasaka

Distretti[modifica | modifica wikitesto]

Wikisaurus.svg Per approfondire vedi la pagina: Distretti della Siria.

Sottodistretti[modifica | modifica wikitesto]

Wikisaurus.svg Per approfondire vedi la pagina: Sottodistretti della Siria.

Bandiera[modifica | modifica wikitesto]

La bandiera siriana

La bandiera della Siria è composta da tre strisce orrizzontali: una rossa, una bianca ed una nera. Lo stesso modello di strisce lo si può trovare nelle bandiere di tre paesi arabi, ovvero lo Yemen, l'Egitto e l'Iraq .

Nella striscia bianca ci sono due stelle a cinque punte. Le due stelle verdi rappresentano l'Egitto e lo Yemen del Nord, ovvero i paesi dell'ex Repubblica Araba Unita, infatti la bandiera attuale della Siria era la stessa della Repubblica Araba Unita.

Bandiere storiche[modifica | modifica wikitesto]

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma della Siria

Lo stemma della Siria è composto da un falco color sabbia. Nel corpo del falco c'è uno scudo con la bandiera siriana, ma orientata verticalmente. Il falco regge una pergamena verde in cui c'è scritto in arabo: الجمهورية العربية السورية (in italiano: Repubblica Araba di Siria).

Stemmi storici[modifica | modifica wikitesto]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

La Siria è un paese a medio reddito. L'economia si basa sull'agricoltura, sul petrolio, sulle industrie e sul turismo.

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La Siria ha tre aeroporti internazionali; uno situato a Damasco, uno ad Aleppo ed un'altro a Laodicea.

In Siria ci sono 14 000 km di strade e 2 500 km di ferrovie.

Arte[modifica | modifica wikitesto]

La Siria, come tra l'altro la maggior parte dei paesi arabi, si distingue nella poesia. Tra i vari poeti siriani di spicco, c'è Nizār Qabbānī. Egli viene considerato uno dei migliori poeti arabi contemporanei.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Gli sport più popolari in Siria sono il calcio, la pallacanestro, il nuoto ed il tennis. Ghada Shouaa fu la prima siriana a vincere una medaglia ai Giochi Olimpici. Molte squadre di calcio popolari hanno sede a Damasco, Aleppo, Homs e Laodicea.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Stati dell'Asia Asia (orthographic projection).svg