Rutherfordio

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Wiki2map logo.svg
Leggi come una mappa mentale

Il rutherfordio o kurchatovio è l'elemento chimico della tavola periodica che ha come simbolo Rf (o Ku). È un metallo altamente radioattivo.

Rutherfordio
Aspetto dell'elemento
Atomo del Rutherfordio
Dati fisico/chimici
laurenzio ← Rutherfordio → dubnio
Numero atomico 104
Simbolo Rf
Temperatura di fusione 2 233 °C
Temperatura di ebollizione 4 603 °C
Anno della scoperta 1964
Scopritore Albert Ghiorso


Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Ci fu una grande discussione sul nome dell'elemento; poiché i sovietici sostenevano di averlo sintetizzato a Dubna proposero dubnio (Db) e anche kurchatovio (Ku) per l'elemento 104, in onore di Igor' Kurčatov . Gli statunitensi invece proposero rutherfordio (Rf) in onore di Ernest Rutherford, un famoso chimico e fisico nucleare neozelandese. L'Unione internazionale di chimica pura e applicata adottò temporaneamente il nome Unnilquadio (Unq) fino a quando, nel 1997, la disputa si risolse con l'adozione del nome attuale.

Dove si trova in natura[modifica | modifica wikitesto]

E’ un elemento artificiale con una emivita (tempo che impiega per disintegrarsi dopo la sua sintetizzazione) inferiore ai 70 secondi; per cui non è presente in natura.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica wikitesto]

Molte delle caratteristiche fisiche del Rutherfordio sono sconosciute, ad esempio non si conosce la sua temperatura di fusione, la sua temperatura di ebollizione, il suo stato di aggregazione a 25 °C, la sua densità,… a causa della sua emivita estremamente breve.

Caratteristiche chimiche[modifica | modifica wikitesto]

Si suppone che possieda proprietà chimiche simili all'afnio. 

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il rutherfordio fu sintetizzato per la prima volta nel 1964 all'Istituto unito per la ricerca nucleare di Dubna (Russia). I ricercatori bombardarono del plutonio con ioni di neon accelerati a 113-115 MeV, e sostennero di aver riscontrato tracce di fissione nucleare su un vetro di tipo speciale, con un microscopio, che indicavano la presenza del nuovo elemento.

Nel 1969 i ricercatori dell'Università di Berkeley (California) sintetizzarono l'elemento sottoponendo del californio-249 e del carbonio-12 a collisioni ad alta energia. Il gruppo di Berkeley affermò anche di non essere riuscito a riprodurre il metodo usato dai ricercatori sovietici.

Biografia dello scopritore[modifica | modifica wikitesto]

Ricevette la laurea in scienze in elettrotecnica dall'Università di Berkeley nel 1937. Dopo la laurea lavorò per una compagnia che produceva dispositivi per comunicazioni di emergenza ed inventò il primo contatore Geiger commerciale del mondo, che gli permise di partecipare al Progetto Manhattan.

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Non ha applicazioni pratiche.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Wikipedia

http://www.bisceglia.eu/chimica/elementi/index.html