Rugby a 15

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Rugby a 15

RWC-2007-AUSvsJAP.JPG

Federazione IRB
Invenzione 1823
Genere squadre
Detentore del
titolo mondiale
Flag of New Zealand.svg Nuova Zelanda (maschile)
Flag of England.svg Inghilterra (femminile)
Sport olimpico 1900, 1908, dal 1920 al 1924
Componenti di
una squadra
15



Il rugby a 15 è uno sport di squadra e costituisce, insieme al rugby a 13, uno dei due grandi codici regolamentari in cui è diviso il gioco del rugby.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Quill-Nuvola.svg Questa sezione è vuota, modificala


Diffusione[modifica | modifica wikitesto]

È la disciplina del rugby più diffusa al mondo. È diffuso in Inghilterra, Galles, Scozia, Irlanda, Francia, Oceania (Australia, Nuova Zelanda, Tonga, Figi, Samoa), Sudafrica, Italia, Argentina, Spagna, Portogallo, Romania, Giappone, Namibia, Canada, Stati Uniti e Uruguay e alcuni Paesi già repubbliche sovietiche (Russia, Ucraina e Georgia su tutte).

Regolamento[modifica | modifica wikitesto]

In questo elenco vi sono dei cenni alle più importanti regole del rugby a 15

  • Dimensioni del campo:
    • minimo: 66 X 119 metri (di cui 100 senza contare le aree di meta)
    • massimo: 69 X 144 metri
  • Al centro del campo si trova la linea di metà campo, a dieci metri da questa, da entrambi i lati si trova la linea tratteggiata dei dieci metri; a ventidue metri dalla linea di meta si trova la linea dei ventidue metri. A 5 metri dalla linea del fallo laterale ai lati del campo si trova la linea dei cinque metri, così come in prossimità dell'area di meta. A 15 metri dalla linea del fallo laterale ai lati del campo si trova la linea dei quindici metri. L'area di meta è delimitata dalla linea di meta e dalla linea di pallone morto.
  • Dimensioni della porta:
    • I pali della porta, piazzati al centro della linea di meta, sono 2 montanti rotondi di oltre 4 metri di altezza, da considerarsi prolungantisi all'infinito; essi distano tra loro 5,64 metri e sono uniti da una barra orizzontale il cui filo superiore è a 3 metri dal terreno.
  • La palla deve avere forma ovale, in geometria detta sferoide.
  • La durata di una partita è di 80 minuti, divisi in due tempi uguali da 40 minuti.
  • Il passaggio può avvenire con le mani solo all'indietro o di lato, oppure con i piedi anche in avanti - a patto che il "ricettore" del pallone sia il calciatore stesso o un compagno partito dietro di lui al momento o dopo il calcio stesso.
  • Il placcaggio è concesso solamente sul giocatore che ha la palla ed è concesso dalla linea delle spalle ai piedi, altrimenti è fallo.
  • La meta vale 5 punti, ed è valida solamente se la palla viene schiacciata a terra nell'area di meta della squadra avversaria.
  • Dopo la meta si calcia la "trasformazione", simile al calcio di punizione tra i pali e sopra la traversa orizzontale, ma del valore di 2 punti. La distanza è a scelta libera.