Regno di Napoli

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Questo articolo è una bozza sull'argomento "storia", modificalo
Regno di Napoli

Bandera de Nápoles - Trastámara.svg
Dati amministrativi
Capitale Napoli
'
'
Forma di governo Monarchia
Dati geografici
Superficie
Continente Europa
Altri dati
Lingue ufficiali italiano, latino, napoletano[1]
Popolazione 5 700 000 circa (1832)
Valuta Ducato, Grano, Tornese, Carlino
Fuso orario UTC+1


Il Regno di Napoli (nome ufficiale: Regno di Sicilia Citeriore) fu uno Stato sovrano dell'Europa meridionale esistito tra il 1302 e il 1816.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Mappa del Regno di Napoli del 1782.

Il Regno nacque nel 1302 a seguito della Pace di Caltabellotta, che riconobbe due nuovi stati: Regnum Siciliae citra Pharum (Regno di Napoli) e Regnum Siciliae ultra Pharum (Regno di Sicilia). Il suo territorio fu dominato dalla Corona d'Aragona prima e dalla Corona Spagnola in seguito. Sotto il dominio dei Borbone, nel 1816 si unì al Regno di Sicilia dando vita al Regno delle Due Sicilie.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Confinava al nord con lo Stato della Chiesa. Il territorio del Regno corrispondeva alle odierne regioni italiane dell'Abruzzo, del Molise, della Campania, della Basilicata, della Puglia e della Calabria. Comprendeva inoltre alcune parti dell'odierno Lazio.

Ordinamento dello stato[modifica | modifica wikitesto]

Quill-Nuvola.svg Questa sezione è vuota, modificala


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. Lingue: Altre lingue parlate nel Regno furono: francese, spagnolo