Piano geometrico

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni

Il piano è il terzo ente geometrico fondamentale, è illimitato e ha 2 dimensioni: lunghezza e larghezza.

Come si rappresenta[modifica | modifica wikitesto]

Il modello geometrico del piano, come lo troviamo disegnato nei libri,è una figura limitata da 4 lati, anche se nella realtà è una figura illimitata quindi senza lati.

Come si indica[modifica | modifica wikitesto]

Si indica con una lettera minuscola dell’alfabeto greco: α (alfa), β (beta),γ (gamma) e δ(delta).

Il semipiano[modifica | modifica wikitesto]

Il semipiano si forma quando una retta divide in 2 parti il piano, la retta viene chiamata origine dei semipiani che si dicono opposti alla retta.

Gli assiomi del piano[modifica | modifica wikitesto]

  • Se una retta ha 2 punti in comune con un piano si dice che giace completamente sul piano.
  • Per 2 punti (o per una retta) passano infiniti piani che costituiscono un fascio di piani.
  • Per 3 punti passa un solo piano.

Un altro piano[modifica | modifica wikitesto]

Un caso particolare di piano è il piano cartesiano.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]