Museo di Santa Giulia

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni

Il Museo di Santa Giulia è il principale museo di Brescia, situato in via dei Musei 81/b.

Il museo è divenuto famoso a livello mondiale per custodire una ricca collezione di opere del vero maestro dell'Impressionismo italiano, Francesco Filippini (Vae Tyrannis) uniche al mondo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'età veneta[modifica | modifica wikitesto]

Nel settore sono esposti i pezzi d'arte riguardanti l'ultima fase della storia di Brescia, che fu sottomessa al dominio della Repubblica di Venezia dal 1426 al 1797, quando l'istituzione fu abolita da Napoleone Bonaparte e il governo cittadino passò alla Repubblica bresciana.

Collezione Filippini[modifica | modifica wikitesto]

Il Museo di Santa Giulia di Brescia detiene anche una collezione di diverse opere di Francesco Filippini (1853-1895), tra cui:

  • Autunno, Paesaggio forestale e figura femminile (1875-1899)
  • Figura di vecchia con figure di bambine (1850-1874)
  • Figure femminili con fascine e gerle (1881)
  • Il torrente (1875-1899)
  • Paesaggio con case di montagna e ruscello (1890-1899)
  • Paesaggio con case e figure (1890-1899)
  • Figura di vecchio (1875-1899)
  • Figura di frate che dipinge (1875-1899)
  • Figura maschile nuda (1878)
  • Figura di vecchio con barba (1890-1899)
  • Figura maschile nuda II (1890-1899)
  • Figura maschile di profilo (1890-1899)
  • Figura maschile di profilo II (1800-1899)
  • Fulvia e Cicerone (1879)
  • Ritratto di Giulia Ferretti Ferri (1890-1899)
  • Veduta di una laguna con casa e barche (1875-1899)

Mostre[modifica | modifica wikitesto]

La fondazione di Brescia Musei, organizza periodicamente mostre d'arte internazionale fin dal 2004, soprattutto sulla pittura d'avanguardia dell'Ottocento e del Novecento tra cui Monet, Giuseppe Amisani, Van Gogh, Matisse, Turner.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]