Morte

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Questo articolo è una bozza sull'argomento "biologia", modificalo
La Morte personificata è una rappresentazione allegorica della morte: essa trancia la vita con la sua falce.

La morte è la fine della vita. La definizione biologica è che un essere vivente muore nel momento in cui egli cessa di compiere le funzioni della vita, come respirare, nutrirsi, muoversi, crescere o pensare. Si può morire di vecchiaia, di malattia, di omicidio, di un incidente grave o di suicidio.

Definizione Scientifica[modifica | modifica wikitesto]

  • In ambito biologico, la morte, può essere definita in negativo, come la permanente cessazione di tutte le funzioni vitali dell'essere vivente, ovvero dell'organismo vivente: quindi la fine della vita. Per spiegare la cosa con un esempio comprensibile e riferibile a un animale superiore, ci sono due modalità di morte:la morte cerebrale che precedono la cessazione del battito cardiaco, che ha cascata precede tutta una serie di arresti, conducenti alla morte cellulare ovvero la morte di tutte le cellule che costituiscono l'organismo. La morte, viene sempre considerata, come un processo. Con la morte biologica, ci si riferisce alla conclusione di tale processo in riferimento a un organismo vivente, ovvero allo scioglimento dell'organismo stesso.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]