Le associazioni Vikidia e Wikimedia Francia hanno bisogno di te!
Le associazioni Vikidia e Wikimedia Francia hanno bisogno del tuo aiuto per partecipare a un sondaggio sui contributori e sui lettori di Vikidia. Ti basteranno solo 10 minuti e ci permetteranno di conoscervi meglio e migliorare l'enciclopedia.
Hai tempo dal 12 luglio al 30 settembre per rispondere. Ti ringraziamo in anticipo!

Link al sondaggio (in lingua francese)

Mendelevio

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Wiki2map logo.svg
Leggi come una mappa mentale

Il mendelevio è un elemento chimico della tavola periodica 101 e il suo simbolo è Md


Wiki2map logo.svg
Leggi come una mappa mentale
Mendelevio
Aspetto dell'elemento
Atomo del Mendelevio
Dati fisico/chimici
Fermio ← Mendelevio → Nobelio
Numero atomico 101
Simbolo Md
Temperatura di fusione 830 °C
Temperatura di ebollizione
Anno della scoperta 1955
Scopritore Greg Choppin


Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

l nome del mendelevio è stato scelto dalla IUPAC in onore del chimico russo Dimitri Ivanovich Mendeleev. Il mendelevio è stato ottenuto in acceleratori di particelle tramite bombardamento dell'einsteinio con nuclei di elio (particelle alfa).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il mendelevio fu sintetizzato per la prima volta da un gruppo di ricercatori composto da Albert Ghiorso (team leader), Glenn Seaborg, Bernard Harvey e Greg Choppin all'inizio del 1955.

Il mendelevio fu praticamente sintetizzato un atomo per volta. È stato il nono elemento transuranico ottenuto per sintesi.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica wikitesto]

Mendelevio Elemento transuranico artificiale, di numero atomico 101 e numero di massa 256, simbolo Md, ottenuto negli USA nel 1955 da A. Ghiorso e collaboratori per bombardamento dell'einsteinio con particelle α. Presenta un periodo di dimezzamento di circa 30 minuti; si comporta come un elemento trivalente positivo


Caratteristiche chimiche[modifica | modifica wikitesto]

È un elemento metallico radioattivo che rientra tra gli attinidi; viene sintetizzato per bombardamento dell'einsteinio con particelle alfa. ... È considerato il creatore della prima versione della tavola periodica degli elementi

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Non è noto alcun uso del mendelevio e solo minime quantità di esso sono state sintetizzate.

Gli elementi transfermici non esistono in natura e hanno un nucleo molto instabile, quindi sono molto difficili da realizzare e rilevare.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]