Luigi Natoli (arcivescovo)

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Luigi Natoli (arcivescovo)
Nome
Cognome
Sesso
Luogo di nascita
Data di nascita
Luogo di morte
Data di morte
Attività
Luigi
Natoli
M

15 giugno 1799

25 febbraio 1875

Luigi Natoli (15 giugno 1799 – 25 febbraio 1875) è stato un arcivescovo cattolico italiano.

Figlio di Girolamo Natoli e della nobil Donna Nicoletta Piccolo,[1] fu ordinato sacerdote agli inizi del 1822, e poi fu parroco, docente, rettore e prefetto degli studi nel Seminario diocesano, vicario generale e vicario capitolare.

Fu il sostenitore del Dogma dell'infallibilità del papa[2], che sostenne strenuamente al Concilio Vaticano I del 1870.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. Vincenzo Tizzani, Lajos Pásztor (1991). Il Concilio Vaticano I: Diario di Vincenzo Tizzani (1869-1870), volume 2. P.339 Stuttgart: Hiersemann. ISBN 9783777291277
  2. pag. 21, Il Concilio Vaticano del 1870 e i vecchi cattolici di Germania nemici dell'infallibilità del Papa" by Filippo Bartolomeo, Mercalli e Nalli, Roma Reali dispacci, nelli quali si contengono le sovrane determinazioni

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • F. Pisciotta, Natoli Luigi, in F. Armetta (ed.), Dizionario Enciclopedico dei Pensatori e Teologi di Sicilia. Secc. XIX-XX, Palermo 2010.
  • Vincenzo Tizzani, Lajos Pásztor, Il Concilio Vaticano I, Päpste und Papsttum, Volume 1 di Il Concilio Vaticano I: diario di A. Hiersemann, 1991, ISBN 3777291145.
  • Scritti vari di Monsignor Natoli, Tip. Del Progresso, Messina 1877.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]