Lago d'Aral

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Il lago d'Aral nel 2014

Il lago d'Aral è un lago salato di origine oceanica, situato alla frontiera tra l'Uzbekistan e il Kazakistan. Possiede due immissari: i fiumi Amu Darya e Syr Darya. Non ha emissari, risultando dunque un bacino endoreico. Il lago, prosciugandosi, si è diviso, dal 1987, in due laghi distinti.

Il disastro ambientale[modifica | modifica wikitesto]

Il cambiamento delle dimensioni del lago dal 1960 al 2014

Il lago è vittima di uno dei più gravi disastri ambientali provocati dall'uomo. Originariamente, infatti, era ampio all'incirca 68.000 km², ma dal 1960 il volume e la sua superficie sono diminuiti. Nel 2007 il lago era ridotto al 10% della dimensione originaria. A causa della sua posizione geografica è soggetto a una forte evaporazione che non è più compensata dalle acque degli immissari, sfruttate per l'agricoltura. L'unica nazione che ha intrapreso provvedimenti concreti per la situazione è il Kazakistan, con la costruzione di una diga, completata nel 2005. Essa è una parte di un progetto più grande che punta alla riqualificazione della parte kazaka del lago. I terreni che le acque del lago hanno scoperto ritirandosi hanno mostrato di essere ricchissimi giacimenti di gas naturali.