La patente

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni

La patente è una novella di Luigi Pirandello, diventata successivamente opera teatrale e poi inclusa nel film "Questa è la vita"

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il protagonista è Rosario Chiarchiaro, un uomo additato da tutti come iettatore. Viene ridotto in rovina e nessuno vuole prendere in sposa le sue figlie. Quando passa, tutti fanno gli scongiuri. Così, decide di andare dal giudice e denunciare per diffamazione i primi che gli capitano a tiro mentre si fanno gli scongiuri. Il suo obbiettivo non è però ottenere una condanna, ma un'assoluzione. Vuole infatti una certificazione del Regio Tribunale[1], una patente per esercitare la professione di iettatore e farsi pagare per allontanarsi dai locali commerciali e posizionarsi davanti a quelli dei concorrenti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. La novella è ambientata ed è stata scritta nei tempi della monarchia