Jugoslavia

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Jugoslavia

Coat of arms of Serbia and Montenegro.svg
Dati amministrativi
Capitale Belgrado
'
'
Forma di governo Stato federale
Dati geografici
Superficie 255,804[1]
Continente Europa
Altri dati
Lingue ufficiali serbo-croato
Popolazione 23 724 919[2]
Valuta dinaro jugoslavo
Fuso orario UTC+1


La Jugoslavia fu uno Stato europeo esistito tra il 1918 e il 2003.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Jugoslavia nel periodo di massima espansione, tra il 1945 ed il 1991.

Dopo la fine della prima guerra mondiale, alcuni territori fino ad allora appartenenti all'Impero austro-ungarico dichiararono l'indipendenza formando lo Stato degli Sloveni, dei Croati e dei Serbi. Dopo un colpo di stato nel 1929 da parte di re Alessandro I, lo Stato prese il nome di Regno di Jugoslavia. Nel 1945 la monarchia venne definitivamente abolita e nacque la Repubblica Federativa Popolare di Jugoslavia, nome che mantenne fino al 1963 quando diventò Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia. Nel 1990, a seguito del malcontento generale della popolazione dell'intera Jugoslavia, furono indette elezioni multipartitiche nelle sei repubbliche che componevano lo Stato. Nel 1991 Slovenia, Croazia e Macedonia si dichiararono indipendenti. Dal 1991 al 1995 si combatterono guerre interne tra l'esercito jugoslavo e l'armata territoriale slovena, e tra l'esercito croato e la popolazione serba della Croazia, appoggiata dall'esercito jugoslavo. Nel 1992 anche la Bosnia ed Erzegovina dichiarò l'indipendenza, con un conseguente conflitto interno durato fino al 1995. Dopo i conflitti e le dichiarazioni d'indipendenza lo Stato jugoslavo era limitato ai soli territori della Serbia e del Montenegro che decisero di rimanere uniti, dando vita alla Repubblica Federale di Jugoslavia. Nel settembre del 2003 la Repubblica Federale di Jugoslavia cambiò nome diventando Serbia e Montenegro, dando fine allo Stato jugoslavo.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Confinava ad est con l'Ungheria, la Romania e la Bulgaria, a sud con la Grecia e l'Albania e a nord con l'Italia e l'Austria. Ad ovest era bagnata dal mare Adriatico.

Ordinamento dello stato[modifica | modifica wikitesto]

Lo Stato jugoslavo passò per diversi assetti istituzionali. Dal 1945 al 2003 fu uno Stato federale nel quale i poteri sovrani venivano ripartiti con un sistema di divisione, che permetteva agli Stati membri di conservare una parte della propria sovranità.

Bandiera[modifica | modifica wikitesto]

La bandiera Jugoslava

La bandiera della Jugoslavia era composta da tre bande orizzontali di colore blu, bianco e rosso. Tra il 1944 e il 1992 la bandiera esponeva al suo centro una stella rossa a cinque punte.

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma venne ufficialmente adottato dal parlamento federale nel 1994. Lo stemma è rimasto in uso anche dopo il 2003 quando la Repubblica Federale assunse la denominazione di Serbia e Montenegro e fino al 2006, quando la federazione di si è dissolta.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La Nazionale jugoslava ottenne il secondo posto agli Europei di calcio 1960 e agli Europei di calcio 1968. Ottenne inoltre un terzo posto ai Mondiali di calcio 1930.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. Superficie: Dato riferito al periodo di massima espansione, tra il 1945 ed il 1991
  2. Popolazione: Dato riferito al 1991