Le associazioni Vikidia e Wikimedia Francia hanno bisogno di te!
Le associazioni Vikidia e Wikimedia Francia hanno bisogno del tuo aiuto per partecipare a un sondaggio sui contributori e sui lettori di Vikidia. Ti basteranno solo 10 minuti e ci permetteranno di conoscervi meglio e migliorare l'enciclopedia.
Hai tempo dal 12 luglio al 30 settembre per rispondere. Ti ringraziamo in anticipo!

Link al sondaggio (in lingua francese)

Iridio

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Iridio
Aspetto dell'elemento
Iridio allo stato solido
Dati fisico/chimici
Osmio ← Iridio → Platino
Numero atomico 77
Simbolo Ir
Temperatura di fusione 2 466 °C
Temperatura di ebollizione 4 130 °C
Anno della scoperta 1803
Scopritore Smithson Tennant


Wiki2map logo.svg
Leggi come una mappa mentale

Introduzione[modifica | modifica wikitesto]

L'Iridio è un metallo duro, fragile, brillante e denso appartenente alla famiglia del Platino. È di colore bianco-argenteo con venature giallastre ed è il metallo più resistente alla corrosione e alla durezza tra i conosciuti.

La richiesta di Iridio proviene da industrie elettroniche, di automobili e industrie chimiche.

L'Iridio si trova come elemento non combinato anche in leghe iridio-osmio. La maggior parte dell'Iridio proviene dal Sud-Africa e la produzione annuale mondiale è di circa 3 tonnellate.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'Iridio fu scoperto da Smithson Tennant nel 1803 a Londra, il suo nome deriva da "iris" dal vario colore dei suoi sali e in natura si riviene nei giacimenti di Platino. Viene usato in lega con il platino e osmio per costruire apparecchi di laboratorio, strumenti chirurgici, pennini stilografici...

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

L'Iridio assomiglia al Platino, è uno degli elementi più rari sulla crosta terrestre e a causa delle sue elevate caratteristiche di durezza e fragilità, è difficile da modellare e lavorare ed è facilmente infiammabile. La sua forma pura è tra i metalli più resistenti agli agenti chimici. Dopo l'Osmio il metallo più pesante e la sua densità è lievemente inferiore a quella dell'Osmio che veniva considerato l'elemento più denso noto.

Utilizzi[modifica | modifica wikitesto]

L'uso principale dell'Iridio è per:

  • Attrezzi destinati a lavorare ad alte temperature.
  • Contatti elettrici.
    Penna stilografica con punta di Iridio
  • In lega con il platino fornisce un materiale termico nullo usato in meccanica.
  • Nelle penne stilografiche (la punta è in Iridio per prolungare la durata della penna).

Fonti[modifica | modifica wikitesto]