Il piccolo principe

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Il piccolo principe

Le petit prince.png

Genere
Lingua originale
Autore
Editore
Anno di pubblicazione
racconto
francese
Antoine de Saint-Exupéry
Reynal e Hitchcock
1943


Il piccolo principe (in lingua francese: Le Petit Prince) è l'opera più conosciuta di Antoine de Saint-Exupéry. È stata tradotta in oltre 180 lingue e dialetti diversi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un pilota di aerei, caduto con il suo aereo nel deserto del Sahara, incontra un bambino che gli chiede di disegnargli una pecora. Il pilota gli disegna una scatola, dicendogli che dentro c'era la pecora che aveva chiesto. Il bambino dice al pilota di essere il principe di un lontano asteroide, sul quale abita da solo, con la compagnia di tre vulcani e una piccola rosa, di cui si prende cura. Il piccolo principe, proveniente un'asteroide chiamato B6 12, e aveva bisogno di una pecora per farle divorare gli arbusti di baobab prima che crescessero e soffocassero il suo asteroide. Il bambino racconta che, viaggiando nello spazio, ha conosciuto tanti personaggi strani, dai quali ha imparato molto. Racconta poi di come fosse difficile il rapporto con la sua rosa, molto vanitosa, che spesso si è mostrata con lui scorbutica. Ora che è lontano però il piccolo principe scopre che le ha voluto bene e che anche lei gliene voleva, anche se non si capivano. Nel suo viaggio nello spazio incontra: Un vecchio re solitario, che da ordini ai suoi sudditi sebbene sia l'unico abitante del pianeta; Un vanitoso che chiede solo di essere ammirato senza ragione; Un ubriacone che beve per dimenticare la vergogna di bere; Un uomo d'affari che, credendo che siano sue, passa i giorni a contare le stelle; Un lampionaio che deve accendere e spegnere il lampione del suo pianeta in continuazione, perché il suo pianeta gira ad una velocità molto elevata; Un geografo che sta sempre seduto alla sua scrivania e non sa come sia fatto il suo pianeta, perché dice di non avere esploratori da mandare ad analizzare il terreno. Questo geografo consiglia al piccolo principe di visitare la Terra, sulla quale poi arriva. Il suo primo incontro, nel deserto è con un serpente. Proseguendo il suo viaggio incontra un fiore, ed infine un giardino di rose. La sua rosa gli aveva raccontato di essere l'unica di quella specie in tutto l'universo; quindi il piccolo principe rimane molto deluso da questa scoperta. Incontra poi una volpe che gli chiede di essere addomesticata e di essere sua amica. La volpe parla poi con il principe dell'amicizia. Il principe racconta poi di aver incontrato un indaffarato controllore e un venditore di pillole che calmano la sete. Dopo aver ascoltato il racconto del bambino, il pilota non è riuscito a riparare l'aereo e ha finito la scorta d'acqua. Decidono allora di andare alla ricerca di un pozzo. Dopo aver camminato per un giorno intero, e aver riposato la sera, il pilota cammina tutta la notte con il bambino in braccio, quando finalmente all'alba trova un pozzo. Il pilota torna al lavoro al suo aereo e la sera dopo trova il piccolo principe ad aspettarlo vicino al pozzo, mentre parla con il serpente che aveva conosciuto in precedenza. Il piccolo principe aveva chiesto al serpente di riportarlo a casa, visto che durante il loro primo incontro gli aveva confidato di avere il potere di portare le persone molto lontano. Il piccolo principe invita il pilota a guardare il cielo e a ricordarsi di lui ogni volta che osserverà le stelle. Il serpente lo morde poi alla caviglia e il piccolo principe cade sulla sabbia. Il giorno dopo il pilota vede che il corpo del bambino è sparito; così immagina che il piccolo principe sia riuscito a tornare sul suo asteroide a prendersi cura della sua rosa.