Harry Potter e il calice di fuoco (libro)

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Harry Potter e il calice di fuoco (libro)

P Harry Potter 2.png

Genere
Lingua originale
Autore
Editore
Anno di pubblicazione
romanzo fantasy
inglese
J. K. Rowling
Bloomsbury
2000


Harry Potter e il calice di fuoco è un romanzo del 2000 della scrittrice britannica J. K. Rowling, il quarto di una serie di sette romanzi che ha come protagonista il mago Harry Potter.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia Weasley invita Harry ad andare con loro per vedere la finale della Coppa del Mondo di Quidditch. La partita viene disputata tra l'Irlanda e la Bulgaria. Dopo la partita, durante la serata, al termine dei festeggiamenti, il campeggio dove tutti i maghi si erano dati appuntamento viene attaccato da all'improvviso da un gruppo di Mangiamorte, seguaci di Voldemort. Harry trascorre il resto della sua vacanza insieme a Hermione e Ron alla casa della famiglia Weasley. Arrivato ad Hogwarts, durante il banchetto di benvenuto, Albus Silente avvisa gli studenti che è stato deciso di disputare nella scuola il leggendario Torneo Tremaghi. Questo torneo viene svolto tra le tre maggiori scuole di magia e stregoneria europee: Hogwarts (Inghilterra), Durmstrang (Bulgaria) e Beauxbatons (Francia). Tale torneo consiste in tre prove che tre campioni, uno per ogni scuola, dovranno affrontare. Lo scopo principale della competizione è quello di approfondire i rapporti con altre persone di nazionalità diverse e valutare le capacità dei campioni. Harry è costretto a partecipare al Torneo, dove dovrà affrontare una serie di prove mortali. Alla fine del torneo per la prima volta si vede faccia a faccia con Lord Voldemort, tornato ad avere un corpo grazie a Peter Minus (Codaliscia), colui che tradì James e Lily Potter anni prima. Harry riuscirà a sottrarsi a Voldemort e a rimandare il loro scontro, non riuscendo però ad impedire la morte dell'amico Cedric Diggory per mano di Codaliscia.