Governo Conte I

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Governo Conte I
Flag of Italy.svg Italia
Giuseppe Conte 4.jpg
Conte al Quirinale
Presidente del Consiglio Giuseppe Conte (Ind.)
Presidente della Repubblica Sergio Mattarella (Ind.)
Coalizione Lega-M5S
Legislatura XVIII
Giuramento 1° giugno 2018
Dimissioni 20 agosto 2019
Governo successivo Conte II (5 settembre 2019)
Left arrow.svg Gentiloni Conte II Right arrow.svg
Sito istituzionale

Il Governo Conte I (chiamato informalmente anche Governo giallo-verde, Governo giallo-blu o Governo del Cambiamento) è il 65° governo della Repubblica Italiana, il primo della XVIII legislatura. Questo esecutivo è stato il primo guidato da Giuseppe Conte ed è stato un governo di coalizione poiché si è formato in seguito alle elezioni politiche del 4 marzo 2018 dopo un accordo tra il Movimento 5 Stelle e la Lega.

Il Governo è rimasto in carica dal 1° giugno 2018, giorno in cui il Presidente del Consiglio e i Ministri hanno prestato giuramento al Quirinale, al 5 settembre 2019.

Il Governo ha ottenuto la fiducia al Senato della Repubblica il 5 giugno 2018 con 171 voti favorevoli, 117 contrari e 25 astenuti.[1] Il 6 giugno 2018 ha ottenuto la fiducia alla Camera dei deputati con 350 voti favorevoli, 236 contrari e 35 astenuti.[2]

Il Governo era composto di un totale di 63 membri di cui, oltre al Presidente del Consiglio, 18 ministri, 5 viceministri e 39 sottosegretari.

Il Governo ha rassegnato le dimissioni il 20 agosto 2019 ed è rimasto in carica per l'ordinaria amministrazione fino al 5 settembre successivo.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Wikisaurus.svg Per approfondire vedi la pagina: XVIII legislatura della Repubblica Italiana.

Dopo una crisi istituzionale durata quasi tre mesi, per il ruolo di Presidente del Consiglio, Movimento 5 Stelle e Lega hanno indicato Giuseppe Conte. Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella gli ha conferito l'incarico di formare un governo il 23 maggio 2018 e Conte lo ha accettato con riserva. Il successivo 27 maggio, però, Conte ha rimesso il mandato a causa del mancato accordo col Capo di Stato sulla nomina di Paolo Savona al Ministero dell'economia e delle finanze. Il Presidente della Repubblica quindi ha incaricato l'economista Carlo Cottarelli di formare un "governo neutrale" che accompagnasse il Paese ad elezioni anticipate.

Il 31 maggio, essendosi nuovamente create le condizioni per un governo duraturo, Cottarelli ha rimesso il mandato ricevuto, che Sergio Mattarella la sera stessa ha conferito di nuovo a Giuseppe Conte, che contestualmente ha presentato la lista dei ministri.

Il nuovo governo è entrato in carica il 1° giugno 2018 dopo che i membri hanno prestato giuramento nelle mani del Presidente della Repubblica, come previsto dalla Costituzione.

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

Provenienza geografica[modifica | modifica wikitesto]

Ripartizione geografica del Presidente del Consiglio e dei Ministri

Di seguito è riportata la provenienza geografica dei membri principali del Governo:

Regione Presidente Ministri Totale
Puglia 1 1 2
Lombardia - 6 6
Veneto - 3 3
Sicilia - 3 3
Lazio - 2 2
Campania - 2 2
Sardegna - - 1

Appartenenza politica[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è riportata l'appartenenza dei componenti del Governo:

Partito Presidente Ministri Viceministri Sottosegretari Totale
Movimento 5 Stelle (M5S) - 8 3 22 33
Lega - 6 2 14 22
Indipendenti - 2 - 1 3
Indipendenti di area M5S 1 1 - - 2
Indipendenti di area Lega - 1 - 1 2
Movimento Associativo Italiani all'Estero (MAIE) - - - 1 1
Totale 1 18 5 39 63

Membri del governo[modifica | modifica wikitesto]

Presidenza
Carica Nome Sottosegretari di Stato alla
Presidenza del Consiglio dei Ministri
Deleghe
Presidente del Consiglio Giuseppe Conte Giancarlo Giorgetti Sport, CIPE, attuazione programma di governo, politiche spaziali ed aerospaziali e scommesse sportive
Vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini Vito Crimi Editoria e informazione, Politiche finalizzate alla ricostruzione delle zone terremotate
Luigi Di Maio Vincenzo Spadafora Pari opportunità, giovani e servizio civile nazionale
Ministri senza portafoglio
Delega Ministro Sottosegretari di Stato
Rapporti con il Parlamento e Democrazia Diretta Riccardo Fraccaro Guido Guidesi
Vincenzo Santangelo
Simone Valente
Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno Mattia Fantinati
Affari Regionali e Autonomie Erika Stefani Stefano Buffagni
Sud Barbara Lezzi Giuseppina Castiello
Disabilità e Famiglia Alessandra Locatelli Vincenzo Zoccano
Affari Europei Lorenzo Fontana Luciano Barra Caracciolo
Ministri
Ministero Ministro Viceministri Sottosegretari
Affari esteri e Cooperazione internazionale Enzo Moavero Milanesi Emanuela Del Re Manlio Di Stefano
Ricardo Merlo
Guglielmo Picchi
Interno Matteo Salvini Carica non assegnata Stefano Candiani
Luigi Gaetti
Nicola Molteni
Carlo Sibilia
Giustizia Alfonso Bonafede Carica non assegnata Vittorio Ferraresi
Jacopo Morrone
Difesa Elisabetta Trenta Carica non assegnata Angelo Tofalo
Raffaele Volpi
Economie e finanze Giovanni Tria Laura Castelli Massimo Bitonci
Massimo Garavaglia Alessio Villarosa
Sviluppo economico Luigi Di Maio Dario Galli Andrea Cioffi
Davide Crippa
Michele Gheraci
Lavoro e Politiche sociali Carica non assegnata Claudio Cominardi
Claudio Durigon
Politiche agricole alimentari, forestali e turismo Gian Marco Centinaio Carica non assegnata Franco Manzato
Alessandra Pesce
Ambiente e tutela del territorio e del mare Sergio Costa Carica non assegnata Vannia Gava
Salvatore Micillo
Infrastrutture e trasporti Danilo Toninelli Carica non assegnata Michele Dell'Orco
Istruzione, università e ricerca Marco Bussetti Lorenzo Fioramonti Salvatore Giuliano
Beni e attività culturali Alberto Bonisoli Carica non assegnata Lucia Borgonzoni
Gianluca Vacca
Salute Giulia Grillo Carica non assegnata Armando Bartolazzi
Luca Coletto

Appoggio parlamentare[modifica | modifica wikitesto]

Camera dei deputati[modifica | modifica wikitesto]

316

Black Arrow Down.svg

348 280
Maggioranza Opposizione

Alla Camera dei deputati la maggioranza conta su 348 deputati, di cui:

L'opposizione invece è formata da 282 deputati, di cui:

Senato della Repubblica[modifica | modifica wikitesto]

161

Black Arrow Down.svg

166 154
Maggioranza Opposizione

Al Senato della Repubblica la maggioranza conta su 166 senatori, di cui:

L'opposizione invece è formata da 154 deputati, di cui:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. Governo, Conte ottiene fiducia Senato con 171 sì: «Noi populisti? Ascoltiamo la gente»
  2. Governo, fiducia anche alla Camera: 350 sì. Conte: “Non stravolgiamo Buona Scuola. Giustizialisti? Rispettiamo Carta”
  3. di cui 3 della componente MAIE-Movimento Associativo Italiani all'Estero, 3 della componente Sogno Italia-10 Volte Meglio e due non iscritti ad alcuna componente
  4. di cui 4 della componente Noi con l'Italia-USEI, 4 della componente Civica Popolare-AP-PSI-Area Civica, 4 della componente Minoranze Linguistiche, 3 della componente +Europa-Centro Demcoratico e 3 deputati non iscritti ad alcuna componente
  5. componente MAIE
  6. di cui 5 della componente Liberi e Uguali, 4 senatori ex-M5S non iscritti ad alcuna componente, 1 della componente PSI, 1 della componente Più Europa con Emma Bonino, 2 senatori a vita non iscritti ad alcuna componente

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]