Giovanni Pascoli

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Giovanni Pascoli

Giovanni Pascoli.jpg

Nome
Cognome
Sesso
Luogo di nascita
Data di nascita
Luogo di morte
Data di morte
Attività
Giovanni
Pascoli
M
San Mauro di Romagna
31 dicembre 1855
Bologna
6 aprile 1912
poeta

Giovanni Agostino Placido Pascoli, semplicemente conosciuto come Giovanni Pascoli, è stato un poeta italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque il 31 dicembre del 1855 a San Mauro di Romagna in provincia di Forlì all'interno di una famiglia agiata, quarto dei dieci figli. All'età di quindici anni dovette lasciare il collegio Raffaello dei padri Scolopi di Urbino e si trasferì a Rimini, per frequentare il liceo classico Giulio Cesare. Negli anni a seguire si iscrisse all'Università di Bologna, dove ebbe come docente il poeta Giosuè Carducci. Dopo la laurea conseguita nel 1882, Pascoli intraprese la carriera di insegnante di latino e greco nei licei di Matera e di Massa. Insegnò anche nelle Università di Pisa e Messina. Vinse inoltre per tredici volte la medaglia d'oro al Concorso di poesia latina di Amsterdam. Nel 1906 assunse la cattedra di letteratura italiana all'Università di Bologna succedendo a Carducci. Nel 1911 le sue condizioni di salute peggiorano, a causa di una cirrosi epatica. Muore a Bologna all'età di 56 anni. Pur non partecipando attivamente ad alcun movimento letterario dell'epoca, né mostrando particolare propensione verso la poesia europea contemporanea, Pascoli manifestò nella propria produzione tendenze prevalentemente spiritualistiche e idealistiche, tipiche della cultura di fine secolo, divenendo poi figura emblematica della letteratura italiana di fine Ottocento.