Geranio Selvatico

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
Wiki2map logo.svg
Leggi come una mappa mentale

Il Geranio selvatico è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Geraniaceae.

Costigiola-geranio selvatico-2

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Comprende numerose specie di piante perenni e annuali. Le piante di germanium formano bassi cespuglietti formati da fusti sottili che portano foglie rotonde a volte molto profumate, di color verde o grigio/verde. In primavera ed in estate produce numerosi fiori tondeggianti.

Petali: Il geranio selvatico ha cinque petali; il colore varia dal rosa al porpora, fino al violetto. I fiori sbocciano in continuità da maggio a settembre.

Foglie:il geranio selvatico ha 2 tipi di foglie differenti: le foglie basali (quelle poste cioè alla base della pianta) e le foglie dello stelo.Le foglie basali hanno il picciolo e le foglie dello stelo sono un po' più piccole.

Fusto: ha un fusto dritto e striato che in montagna è molto vistoso.

Radici: hanno le radici a rizoma.

Annaffiature: il geranio selvatico viene annaffiato regolarmente da maggio a ottobre. Bisogna lasciarlo asciugare tra un annaffiatura e l' altra per evitare che le radici marciscano.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Nome scientifico: Geranium sylvaticum

Nome comune: geranio selvatico o silvano

Famiglia: Graminacee

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

È facile trovarlo nei prati, ma anche terreni con ciottoli, dove le piante di geranio spuntano spontaneamente.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Il geranio selvatico fu importato dall'Africa.

Terreno[modifica | modifica wikitesto]

È meglio piantare il geranio selvatico in terreni ricchi.Prima di piantarlo si consiglia di mettere il terriccio apposito mescolato con terra, sabbia e certe pietre.

Zone[modifica | modifica wikitesto]

Vivono in zone luminose e parzialmente ombreggiate, specialmente nelle ore più calde.

Moltiplicazione[modifica | modifica wikitesto]

La moltiplicazione del geranio selvatico avviene dividendo le radici e le nuove piante così ottenute si pongono direttamente a dimora nel terreno. Èpossibile moltiplicarle, in primavera, utilizzando i semi.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Geranio deriva dalla parola gru (grande uccello col becco allungato) grazie alla forma dell'ovario.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  • Uscita con l'esperta Giovanna Maia

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • www.giardinaggio.org
  • www.clubaquilerampanti.it
  • www.coltivaneortaggi.com