Genocidio linguistico

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni
"Siate puliti: Parlate francese"

Il Genocidio Linguistico, chiamato anche linguicidio, è l'atto di portare una lingua all'estizione volutamente, solitamente per fini culturali o politici. È ritenuto una forma particolare di etnocidio.

Tattiche di linguicidio[modifica | modifica wikitesto]

Generalmente per eliminare una lingua vengono utilizzate tali tattiche:

  • Insegnare nelle scuole che tale lingua è sbagliata e non va utilizzata
  • Punire chi usa tale lingua nel pubblico o nelle scuole
  • Vietare l'uso della lingua in pubblico
  • Eliminare i toponimi in lingua regionale per sostituirli con toponimi in un'altra lingua
  • Vietare le pubblicazioni in tale lingua

Linguicidi famosi[modifica | modifica wikitesto]

  1. La politica di Vergonha che la Francia applica contro le lingue regionali come il corso, la lingua occitana e quella catalana
  2. Le politiche dell'Italia contro le lingue regionali non riconosciute come lombardo, piemontese, veneto e napoletana
  3. Le politiche dell'Italia fascista di italianizzazione della Val d'Aosta e del Trentino Alto Adige
  4. Le politiche di Francisco Franco contro le lingue diverse da quella spagnola
  5. Le politiche inglesi a Malta per eliminare la lingua italiana