Fitocomposti

Da Vikidia, l'enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni

I fitocomposti sono sostanze che conferiscono proprietà organolettiche o attività biologiche a determinati alimenti.

Definizione[modifica | modifica wikitesto]

I fitocomposti, anche detti composti fitochimici, sono presenti nelle piante.
Il loro nome deriva dal greco antico phyto, "pianta".

Funzione[modifica | modifica wikitesto]

I fitocomposi sono spesso responsabili di proprietà organolettiche, ad esempio il colore e l'odore di fiori, frutti e spezie.
Alcuni fitocomposti hanno attività biologica, come carotenoidi e flavonoidi che si comportano come antiossidanti. Essi svolgono funzioni protettive, neutralizzando i radicali liberi che possono danneggiare membrane e dna e sono utili quindi per prevenire tumori e malattie cardiovascolari.
Altri fitocomposti si comportano come vasodilatatori, altri ancora hanno proprietà antinfiammatorie e antimicrobiche.
I fitocomposti non apportano calorie in modo significativo all'organismo.
Attenzione perché non è detto che una sostanza naturale faccia sempre bene. I più potenti veleni conosciuti hanno infatti origine naturale.

Esempi[modifica | modifica wikitesto]

Nel peperoncino si trova la capsaicina.
I chiodi di garofano contengono eugenolo.